La macchina del funky

Salvini «chiama» Grillo sull'immigrazione

Dopo il post sul blog di Grillo a proposito di irregolari e rimpatriati Matteo Salvini, dalle colonne della Stampa, fa sapere che fosse per lui un’alleanza con Grillo sul tema la farebbe, ma i grillini sono troppo di sinistra:

«Sono contento se gli altri mi copiano. Che si debba espellere di più e accogliere di meno lo dico da anni. Mi fa piacere che adesso ci sia arrivato anche Grillo. Non resta che aspettare Renzi».
Visto che sull’immigrazione lei e Grillo dite più o meno le stesse cose, è l’inizio di una collaborazione?
«Non credo. Il problema è che Grillo ha dietro un partito composto per il 90 per cento da gente di sinistra. Sono i grillini che alla Camera hanno proposto di aiutare finanziariamente i Comuni che accolgono gli immigrati e che hanno votato con il Pd l’abolizione del reato di immigrazione clandestina. Certo, per me ogni voce che si leva contro questo asfissiante politically correct è benvenuta. Però i grillini dovrebbero mettersi d’accordo fra loro. Basta leggere i loro blog per scoprire che non la pensano affatto come Grillo».
Ma lei con Grillo parlerebbe?
«Io prendo la bicicletta e vado pedalando a parlare con chiunque si opponga a questo governo. È Grillo che finora non ha mai voluto parlare con me».
Secondo lei, perché?
«Forse perché rischierebbe di spaccare il suo movimento. In ogni caso, a Ferragosto lancerò da Ponte di Legno un messaggio chiaro a tutte le opposizioni. Gli inciuci non ci interessano, invece ci interessa, e molto, mandare a casa questo governo prima che sia troppo tardi per l’Italia».
Il tema dell’immigrazione, in ogni caso, resta centrale.
«Per noi altrettanto importanti sono l’abolizione della legge Fornero e delle sanzioni alla Russia o l’uscita dall’euro. Sicuramente, il problema dell’immigrazione è sempre più drammatico. L’Italia sta per esplodere e forse Renzi e Alfano non si rendono conto che la gente è esasperata e inizia a farsi giustizia da sola. A meno che non sia proprio quel che vogliono».

Leggi sull’argomento: Il blog di Grillo e i veri numeri su rifugiati e rimpatriati