Politica

Salvini cambia di nuovo idea: ora vuole governare con tutti, anche coi 5 Stelle

Il leader della Lega si rimangia il veto sul M5S espresso solo il giorno prima. Ennesima giravolta carpiata di “capitan coerenza”, ma che in questo caso ha anche un chiaro senso politico: rimettere il cerino nelle mani della coalizione giallorossa

Salvini

Con l’ennesima giravolta carpiata Matteo Salvini cambia idea in meno di 24 ore. Ai microfoni di SkyTg24 invita tutti i partiti a sostenere il governo di Mario Draghi. Tutti: a destra, a sinistra e al centro. E poi dice, riferendosi ai colleghi di Leu: “Mi dispiace che ci siano alcuni che stanno ponendo dei veti sulla Lega. A me non interessa chi c’è dentro, io penso al bene del Paese”. Peccato che poco meno di 18 ore fa avesse detto proprio il contrario: “Che scelga Draghi, o noi o il Movimento 5 Stelle”, con cui il leader della Lega non si è lasciato proprio bene nell’estate del 2019. Quindi ora ha rimesso la decisone alla maggioranza giallorossa, come a dire: “Devono essere loro a specificare che non mi vogliono. Se non devo entrarci è perché vengo cacciato, non perché io non voglia starci”. Così da rimettere tutto alle decisioni degli altri, e lavarsene le mani davanti al Presidente della Repubblica e ai suoi elettori.

Ma non si è limitato a dire questo. Perché ha continuato dicendo che in questo momento così duro per il Paese è importante che tutti remino nella stessa direzione, come – azzardando paragoni che alcuni definirebbero scellerati – è successo subito dopo la fine della Seconda Guerra mondiale, quando partiti diametralmente opposti si unirono, per un bene superiore. Per poi prendere ognuno strade diverse in tempo di pace. Ecco, come è successo per la nascita della Repubblica – dice-  così deve essere per questa rinascita. Messaggio spedito anche alla collega di coalizione, l’onorevole Giorgia Meloni. Che proprio nei minuti in cui lui rilasciava quest’intervista a Sky, era a colloquio con Mario Draghi a ribadire il suo forte e deciso “no”. Tanto che, una volta uscita e davanti ai giornalisti, uno di loro gli ha fatto notare quest’appello di Salvini. Lei: “Speravo che il centrodestra rimanesse con un pensiero unico, ma anche in passato è successo che prendessimo strade diverse. Ma poi ci siamo sempre ritrovati, perché siamo una famiglia”.