Opinioni

Capodanno senza Roma-Lido, di chi è la colpa?

Il consigliere del MoVimento 5 Stelle a Roma Enrico Stefàno ha accusato oggi in una dichiarazione all’Adn Kronos la Regione Lazio di non aver approntato il potenziamento della Roma-Lido nella notte di Capodanno: “Il contratto di servizio sulla Roma-Lido è tra la Regione Lazio e ATAC, quindi è la Regione che deve richiedere un potenziamento e rafforzamento del servizio la notte di Natale così come il 31 dicembre, cosa che la Regione non ha fatto. Anzi, nonostante la Regione sia manchevole, il Comune lavorerà per garantire un servizio sostitutivo di superficie, pagato quindi da Roma Capitale”. “Non solo la Regione non offre un servizio ulteriore in un periodo di festa ma il Comune deve sopperire a questa mancanza dovuta al fatto che la Regione non ha programmato il rafforzamento del servizio”, ha poi aggiunto Stefàno.

enrico stefàno linda meleo assenze - 2
Enrico Stefàno e Linda Meleo

A stretto giro di posta è arrivata la replica di via della Pisana in una nota: “La Regione Lazio, come è successo negli anni passati, ricevuta la richiesta, ancorché informale, da parte del gestore Atac, ha sempre autorizzato l’aumento del servizio, concordando i modi e i tempi di attuazione sulle ferrovie ex concesse Roma Lido, Roma Viterbo e Giardinetti. Quest’anno Atac non ha manifestato alcun interesse o necessità di aumentare l’offerta sulla linea. Risulta quindi del tutto infondata ogni attribuzione di responsabilità all’amministrazione regionale per una mancata richiesta che sarebbe dovuta partire da chi esercita il servizio. La Regione Lazio conferma, come ogni anno, la disponibilità ad autorizzare l’aumento dell’offerta, concordando con Atac modalità e tempi”.

Leggi sull’argomento: Record: la Roma-Lido è la peggiore linea d’Italia per Pendolaria