Opinioni

Roberto Gava radiato dall'Ordine dei Medici

Roberto Gava è stato radiato dall’Ordine dei Medici. Lo ha annunciato su Twitter Walter Ricciardi, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS). Il medico radiato dall’Ordine è Roberto Gava, già noto per le sue tesi sui vaccini. A inizio ottobre in un articolo del Gazzettino di Treviso veniva annunciato l’avvio di un procedimento a carico del trevigiano Gava, Farmacologo, Tossicologo, Cardiologo, Omeopata autore di diverse pubblicazioni sulle vaccinazioni pediatriche (pubblicate dalla sua casa editrice) nonché di alcuni articoli sul suo blog sul Fatto Quotidiano e molto attivo come conferenziere
roberto gava radiato ordine dei medici
Sulla pagina Facebook di Roberto Gava un lungo post dei suoi avvocati arricchito da un like dell’onorevole M5S Vega Colonnese conferma sostanzialmente la notizia della radiazione:
roberto gava radiato ordine dei medici 1
Scrivono Silvio Riondato e Giorgio Piccolotto annunciando un ricorso al tribunale:

L’Ordine di Treviso infligge la massima sanzione, come quella che sarebbe inflitta ad un medico pluriassassino dei suoi pazienti. Ciò significa che nel caso Gava si è dispiegato il massimo di arbitrio e di irragionevolezza.
Vorrebbero definire il dottor Gava come anti-vaccinista, mentre egli è un bravo professionista che tende a non utilizzare i vaccini solo quando essi sono sconsigliabili, o quando non può fare altrimenti perché i pazienti li rifiutano com’è nel loro diritto fondamentale costituzionale che va rispettato. E’ una condanna che sta contro i pazienti che non possono o non vogliono vaccinarsi.
La condanna, e la massima sanzione, si rivelano ridicole in quanto sono frutto di altrettanto massima ignoranza e mancanza di rispetto per i diritti individuali. Ma sono così massimamente idonee a favorire interessi estranei a quelli della Giustizia, come quelli legati al mercato dei vaccini, o quelli legati agli illegittimi incentivi dati ai pediatri con denaro pubblico affinché somministrino i vaccini.
Del resto, la legge non a caso prevede la sospensione cioè l’inoperatività di queste sanzioni quando sono impugnate, come la Difesa farà, davanti ad un giudice, poiché gli Ordini dei medici sono sostanzialmente non competenti, sono associazioni rappresentative di imprese economiche che cioè mirano al lucro, perciò sono inaffidabili, sono a rischio di gravi arbitri e irregolarità come nel caso, e a rischio dei troppo spesso sottaciuti conflitti di interesse le cui condizioni adombrano l’indipendenza e la trasparenza delle valutazioni».

La decisione dell’Ordine dei Medici di Treviso di radiare il cardiologo Roberto Gava per le sue posizioni contro i vaccini è “un passaggio importantissimo, che deve essere un segnale per tutti i medici che non si comportano secondo la deontologia”, dice invece Ricciardi all’ANSA: “Il comportamento dell’Ordine, così come quello degli altri che stanno procedendo in modo simile e della presidente della Federazione Chersevani, va apprezzato per coraggio ed etica – aggiunge Ricciardi -. In tutti i paesi del mondo seri si agisce così, visti i danni che queste posizioni possono provocare la radiazione è una misura più che giustificata. In Italia stiamo vedendo gli effetti delle campagne contro i vaccini, con i tassi di copertura che sono crollati”.

Leggi sull’argomento: Vaccini e antivaccinisti: Roberto Gava ci spiega cos’è il coraggio