Opinioni

Rita Dalla Chiesa e la scorta tolta al capitano Ultimo

Rita Dalla Chiesa ha postato poco fa su Facebook questo testo che si riferisce al colonnello Sergio De Caprio, ufficiale dell’arma dei carabinieri, in cui si afferma che l’Ufficio Centrale Interforze per la Sicurezza Personale ha disposto la revoca della sua misura di tutela su auto non protetta. La Dalla Chiesa scrive: “In questo foglio c’è’ scritto che, dal 3 settembre, verra’ tolta la scorta al Capitano Ultimo. A colui che arresto’ Toto’ Riina. Il 3 settembre venne anche ucciso mio padre. Ministro Matteo Salvini lei sa di questa aberrante decisione? La scorta a Saviano si, e a Capitano Ultimo no?”.

scorta capitano ultimo

Della scorta del Capitano Ultimo si parla molto spesso e da anni. Nel 2009 gli fu tolta e poi restituita nel 2010, mentre nel gennaio 2014 la scorta gli era stata tolta di nuovo e poi nuovamente ripristinata.  Complessivamente in Italia le scorte impiegano circa 2100 uomini della polizia, dei carabinieri e della Guardia di finanza, più altri 300 per gli obiettivi fissi legati alle personalità sotto protezione. Secondo i dati ufficiali dell’Ucis, aggiornati al 30 dicembre 2016, i soggetti destinatari di misure di protezione personale sono in totale 574, con 88 nuove istituzioni e 59 revoche rispetto all’anno precedente. In quasi metà dei casi si tratta di magistrati (267 soggetti coinvolti), seguono gli esponenti politici nazionali e locali (74); imprenditori e dirigenti d’impresa (36); e dirigenti ministeriali e della pubblica amministrazione (33). Negli ultimi anni c’è stata una leggera tendenza all’aumento: nel 2013, infatti, gli individui sotto scorta in Italia erano in totale 545; nel 2014, 543; e nel 2015, 569.

Leggi sull’argomento: Le 560 persone che hanno la scorta in Italia