Fatti

Exit poll Emilia-Romagna: Bonaccini avanti su Borgonzoni

exit poll emilia romagna risultati

Gli exit poll dell’Emilia-Romagna di Opinio per la Rai danno Stefano Bonaccini (47-51) in vantaggio su Lucia Borgonzoni (44-48) ma lo scarto tra i due risultati è minimo e non è possibile attribuire con certezza a nessuno la vittoria. Secondo il primo intention poll delle 23 a urne appena chiuse di Tecné per Retequattro invece Bonaccini, candidato del centrosinistra si attesta tra il 46,6% e il 50,5% per le Regionali in Emilia Romagna. Lucia Borgonzoni, sostenuta dal centrodestra è in un range tra 43,5% e il 47,5%. Il candidato di M5s, Simone Benini, è accreditato di un range tra il 2% e 6%. Dai primi dati dell’affluenza alle ore 23 si conferma un’affluenza quasi raddoppiata in Emilia Romagna. In 48 comuni su 328 ha votato il 62,5% degli elettori, quasi il doppio rispetto alla precedente tornata alla stessa ora.

exit poll emilia romagna risultati

Spicca di certo in Emilia Romagna il dato dell’affluenza al 59,29%, quasi raddoppiata rispetto al 2014 (31,13%). Un’inversione di tendenza significativa, originata verosimilmente dalla posta in gioco e dalla polarizzazione della sfida con riflessi nazionali. Un boom di partecipazione che andrà interpretato nei trend dopo i risultati, tra l’ipotetico effetto Sardine e l’effetto Salvini, ma che di certo pesa. Da valutare l’incidenza del voto disgiunto, con la possibilità che gli elettori votino un candidato governatore e la lista di un altro schieramento. Per quanto riguarda la Calabria invece sembra ben delineato il vantaggio di Jole Santelli rispetto a Filippo Callipo, visto che è di venti punti.

exit poll calabria risultati

Il primo exit poll del consorzio Opinio per la Rai dà il candidato Jole Santelli, sostenuta da tutto il centrodestra tra il 48 e il 53%. Pippo Callipo per il centrosinistra tra il 29 e il 33%. Francesco Aiello (M5S) è in una forchetta tra il 7 e l’11%. Secondo le interviste all’uscita dei seggi Santelli sarebbe tra il 50 e il 51 per cento, con l’appoggio di Lega, Fratelli d’Italia e del resto del centrodestra. Lontanissimo lo sfidante Callipo, tra il 28 e il 29 per cento. Il MoVimento cinquestelle registra una performance migliore che in Emilia Romagna, con Francesco Aiello tra il 10 e l’11 per cento, comunque ben distante dai risultati pentastellati delle elezioni politiche. Santelli sarebbe quindi eletta prima governatrice della Calabria in modo schiacciante. Rispetto al calor bianco dell’Emilia Romagna, in Calabria la tornata elettorale non sembra aver scaldato gli abitanti: l’affluenza è rimasta stabile e bassa, poco sopra il 35 per cento, nemmeno un punto in più rispetto a cinque anni fa.

Leggi anche: Il voto “con il cuore” di Elly Schlein e il pronostico di Bonaccini