Fatti

Adesso Renzi è diventato anche editorialista per un sito arabo

Il leader di Italia Viva continua a essere una figura di riferimento in Arabia Saudita e scrive articoli sulla città di Al-Ula (fiore all’occhiello della propaganda di bin Salman) paragonandola a Matera

Renzi editorialista Arab News

Il 24 aprile sul sito Arab News è comparso il primo articolo firmato da Matteo Renzi. Il tema affrontato dal leader di Italia Viva e senatore della Repubblica italiana è la città di Al-Ula, il progetto fortemente avveniristico (e propagandistico) fortemente voluto dal principe ereditario saudita Mohammed bin Salman. L’articolo è scritto in lingua inglese e si paragona la cittadina viene paragonata all’italianissima Matera. Insomma, dopo la politica e le conferenze, ecco Matteo Renzi editorialista Arab News.

Renzi editorialista Arab News, il primo articolo firmato il 24 aprile

“Al-Ula può essere una città del futuro, oltre che del passato”. Questo il titolo del primo articolo firmato da Matteo Renzi per Arab News. L’esaltazione del modello seguendo i cliché della città che, mantenendo vivido il ruolo del passato, ha sempre uno sguardo verso il futuro. Con un paragone con una cittadina italiana nota in tutto il mondo e patrimonio dell’Unesco.

In Italia, la nostra cultura storica è famosa – sia attraverso gli antichi romani, la cucina tradizionale o la moda moderna. Ma vorrei sottolineare la città meridionale di Matera come un microcosmo di cultura, che offre identità, costruisce ponti e apre confini e guida lo sviluppo sociale ed economico.

Se Al-Ula avesse i sassi, dunque, sarebbe una piccola (o una grande) Matera. Questo il pensiero di Matteo Renzi editorialista Arab News. E il suo ruolo è ben definito all’interno del sito di informazione arabo.

Columnist. Ossia: editorialista. Il primo lavoro “giornalistico” dell’ex sindaco di Firenze, ex primo ministro italiano e membro del board della Royal Commission per Al-Ula (così come descritto sul sito), dunque, non è altro che la conferma del suo impegno partito dal “Rinascimento” arabo e da quella conferenza-intervista con bin Salman. E conferma quanto svelato, solo qualche settimana fa, dal quotidiano Domani. Un ruolo attivo, con tanto di editoriali sul tema. Non in Italia, ma in Arabia. Viva.