Opinioni

Referendum sull'euro, le firme dei grillini non sono un milione

Il MoVimento 5 Stelle oggi presenterà in Senato i risultati della raccolta firma semestrale per il referendum sull’euro. Un post sul blog di Beppe anticipa i risultati della raccolta in un post firmato da M5S Parlamento:

“Oggi lunedì 8 giugno il M5S depositerà in Senato 200.000 firme per dare il via alla legge di iniziativa popolare che porterà al referendum consultivo sull’euro. Il 9 giugno anche il Presidente del Senato Grasso in persona riceverà le firme dei cittadini. Da quel momento non ci saranno più scuse. Da una parte i cittadini e dall’altra i partiti, che avranno davanti a loro due possibilità: ignorare le firme dei cittadini come già successo in passato, o permettere ad essi di esprimersi su un argomento fondamentale della vita economica e sociale del Paese, sul quale non c’è mai stato un vero dibattito.
Considerando i tempi di passaggio della legge di iniziativa popolare tra la Camera e il Senato, il referendum si terrà probabilmente in un periodo compreso tra il dicembre 2015 e il gennaio 2016. Molto dipende anche dall’ostruzionismo della maggioranza e del Governo. Il M5S è accusato ogni giorno di non collaborare, in maniera del tutto strumentale. Ora vedremo se davanti ad una richiesta esplicita dei cittadini la maggioranza darà il suo appoggio al M5S o saprà dire solo no.

Non sono quindi un milione le firme raccolte come aveva promesso lo stesso Grillo in più occasioni, tra cui anche Italia 5 Stelle:
referendum euro un milione di firme

Leggi sull’argomento: Il referendum consultivo per uscire dall’euro