Opinioni

«Raggi e il M5S non sono in grado di governare Roma»

Valentino Parlato, storico esponente della sinistra italiana e tra i fondatori del Manifesto, rilascia oggi un’intervista al Giornale per dire che Virginia Raggi e il MoVimento 5 Stelle non sono in grado di governare Roma. Ma allora perché li ha votati? Per mandare un segnale (un vaffanculo, ad essere precisi), al Partito Democratico. Un po’ come quello che si taglia i testicoli per fare dispetto alla moglie, insomma:

Parlato, oggi ridarebbe il suo voto alla sindaca dei CinqueStelle?
«Il mio non era un voto, ma un vaffanculo. Ero indignato con il Pd, così per la prima volta ho tradito la sinistra».
Aveva detto: spero sia anche l’ultima. Conferma?
«Infatti, sarà l’ultima».
Deluso dalle beghe giudiziarie M5S?
«Ma no, di quelle mi sono occupato poco,non m’interessano. La verità? Non c’è stata una mossa della Raggi che mi possa far dire: è una buona sindaca. Non che mi aspettassi qualcosa. Il mio era un voto di protesta».
Voti raccolti più a destra o a sinistra?
«Da entrambe le parti, almeno per quanto ne so».

valentino parlato virginia raggi
L’intervista di Valentino Parlato su Virginia Raggi (Il Giornale, 30 dicembre 2016)

Con i suoi amici della sinistra ne avrà parlato, giusto?
«Sì, non pochi hanno votato Cinque Stelle. Anche per loro non penso sia stato un voto, ma piuttosto un vaffanculo».
Non crede ai Cinque Stelle come forza di governo?
«Non governeranno mai, però questa è solo la mia opinione. Il Movimento è uno schiaffo, come l’Uomo Qualunque alla fine degli anni Quaranta. Non ha un obiettivo diffuso. Ditemene uno?».