La macchina del funky

Quanti voti ha davvero Renzi alla Camera e al Senato

Quanti voti ha davvero a disposizione Matteo Renzi alla Camera e al Senato? Dopo le boutade sulle dimissioni dei parlamentari, il Corriere della Sera riepiloga in un’infografica quello che conta davvero nell’attuale momento politico: il numero di voti a disposizione di Matteo Renzi alla Camera e al Senato. Un numero variabile, visto che da quando si è rotto il patto del Nazareno hanno cominciato a muoversi senatori pronti a cambiare voto e dare una mano alla maggioranza con l’obiettivo di mantenere in vita la legislatura il più possibile. Eppure, spiega Monica Guerzoni, «sulla carta, la situazione non è affatto tranquilla. Con il Pd compatto (e compresi i senatori a vita) secondo il pallottolieredei renziani il premier può contare su 26, 27 voti in più rispetto alla soglia della maggioranza assoluta, fissata a quota 161. Mache succede se una parte della sinistra del Pd si sfila, come è già accaduto sulla riforma del Senato e poi sull’Italicum? Succede che Renzi vince lo stesso. Magari sul filo, ma vince. Perché una cosa, in questi tempi incertissimi, appare pressoché certa: nessuno in Parlamento vuole andare a votare. E dunque nessuno, tra i leader delle opposizioni, sembra avere la forza per saldare un asse anti-renziano e mettere in piedi una «maggioranza del no»». Sono infatti ventiquattro i senatori della minoranza che potrebbero decidere di votare no, ma anche in questo caso, per pochi voti, il premier potrebbe farcela. Senza contare l’appoggio o l’aiuto esterno che potrebbe arrivare da Responsabili e altre componenti dei gruppi d’opposizione.

quanti voti ha davvero renzi
Il riepilogo dei voti di Renzi alla Camera e al Senato (Corriere della Sera, 15 febbraio 2015)