Politica

Quanti seggi perde ogni regione con il taglio dei parlamentari

Quale sarà la conseguenza del taglio dei parlamentari sulla rappresentanza politica delle varie regioni?

Quale sarà la conseguenza del taglio dei parlamentari sulla rappresentanza politica delle varie regioni? La mannaia che sta per abbattersi su deputati e senatori promette di levare complessivamente 26 rappresentanti al Veneto, 8 al Friuli Venezia Giulia e 5 al Trentino Alto Adige. La Lombardia dovrà rinunciare a 18 senatori e a 38 deputati, la Campania a 11 senatori e 22 deputati, il Lazio a dieci senatori e 22 deputati, la Sicilia a nove senatori e 20 deputati; spiega Repubblica:

taglio dei parlamentari quanti seggi si perdono
Taglio dei parlamentari, quanti se ne perdono regione per regione (Il Gazzettino, 8 ottobre 2019)

C’è il rischio, sottolineato da diversi costituzionalisti, di una distorsione della rappresentanza. Penalizzate soprattutto le regioni medio-piccole, in particolare al Senato: Basilicata e Umbria, ad esempio, perdono il 57,1 per cento dei propri rappresentanti, scendendo da 7 a tre eletti a Palazzo Madama. Nelle regioni meno popolose è a rischio la presenza della minoranza in Senato. Per rimediare a questo vulnus, è all’esame della commissione Affari Costituzionali della Camera una modifica della Carta che abolisce la base regionale per le elezioni del Senato. Anche questo è un correttivo ancora da adottare che fa parte di un’intesa fra i leader della coalizione giallorossa.

Leggi anche: Cosa succede ora con il taglio dei parlamentari