Opinioni

La polemica tra Lercio e il Corriere del Corsaro

In Italia si litiga per le notizie anche quando sono false. Lercio e il Corriere del Corsaro sono due siti internet che pubblicano fake news, ovvero notizie improbabili sull’attualità e sui personaggi famosi che spesso fanno ridere o sorridere. Il primo dei due, nato per parodiare Leggo, ha la primogenitura dell’idea e un libro in pubblicazione. Oltre, a quanto pare, problemini di vicinato con l’altro.

Il libro di Lercio in vendita su Amazon
Il libro di Lercio in vendita su Amazon

Ci sono siti che da qualche mese approfittano del lasso di tempo che intercorre tra la pubblicazione di articoli sul nostro sito e quella su FB per tentare di prendersi il merito delle nostre notizie. Come fanno? Copiano la notizia dal nostro sito, la pubblicano, e poi la “retrodatano” in modo che, apparentemente, risulti creata prima della nostra (che, in realtà, è quella originale). Poi, sgherri di questi siti vengono ad accusarci di aver copiato da loro. Il tutto allo scopo di farsi pubblicità, e guadagnare qualche fan (evidentemente sprovveduto).

L’accusa di Lercio è corredata da queste due foto, che dimostrano il plagio, fatti dal Corriere del Corsaro.


Anche se, nei commenti, c’è ancora qualcuno che non ha capito: « ora, non è che voglio diventare proprio il rompipalle/guerrafondaio/troll/cazziemazzivari di turno, però, che diamine…. Questa notizia è stata pubblicata a mezzo giorno! Voi avete fatto la STESSA notizia due ore dopo. SE e dico SE mi sto sbagliando, e qualcuno ha le prove evidenti che è stato CDC a copiare e non Lercio, allora mi rimangerò tutto ciò che ho detto. Sono solo un semplice utente di facebook che si fa i cazzi propri… Ma quando vedo queste cose esco di senno. Per cui, giudicate voi».