Opinioni

Pietro Di Mino: l'assessore che si dimette per gli auguri a Mussolini

L’ormai ex assessore ai servizi sociali di Corsico Pietro Di Mino aveva pubblicato il 29 luglio un post su Facebook in cui faceva gli auguri a Benito Mussolini per i 134 anni dalla sua nascita. Non è la prima volta che Di Mino si infilava in polemiche di questo genere: il 2 giugno scorso l’esponente di Fratelli d’Italia aveva scritto su Facebook: 2 giugno: l’unica Repubblica è quella sociale”, ma poi aveva cancellato tutto dopo aver sostenuto che il post servisse alla necessità di rafforzare i servizi per le famiglie in Itaòlia.
pietro di mino assessore
Stavolta le scuse creative non sono bastate e Pietro Di Mino, che aveva nel frattempo modificato il post trasmessandolo in un messaggio di auguri destinato ai familiari, si è dovuto dimettere. L’opposizione guidata dal capogruppo Roberto Masiero e dall’ex sindaco Maria Ferrucci ha scritto al prefetto per chiedere di destituire Di Mino “perchè responsabile di reiterata apologia di fascismo e di comportamenti incompatibili con i valori della Costituzione della Repubblica e dello Statuto della nostra Comunità”. Non è stato necessario: poche ore fa, il sindaco Errante ha ricevuto la lettera di dimissioni dell’assessore. “L’esperienza che ho vissuto in questi mesi è stata per me molto importante da un punto di vista umano, sia in positivo che purtroppo in negativo, ma ricca di soddisfazioni con la cittadinanza corsichese”, scrive Di Mino nella lettera inviata al sindaco Errante”. E aggiunge riferendosi alle dimissioni di aver fatto una scelta personale “visti gli ultimi attacchi sui social alla mia famiglia”, ma che ha anche “un significato politico”.