La macchina del funky

Paolo Berdini è il prossimo ad andarsene dalla Giunta Raggi?

paolo berdini stadio della roma

Il Fatto Quotidiano racconta che i guai per la Giunta Raggi potrebbero non essere finiti qui. Perché nelle dimissioni dell’assessore Minenna il direttorio vede la vittoria del “cerchio magico” della sindaca e il trionfo della linea autarchica della Raggi, che vuole consultarsi solo con i fedelissimi e rispondere solo ai big nazionali, in primis a Luigi Di Maio. Ma soprattutto c’è da registrare il malessere di Paolo Berdini, assessore all’urbanistica già smentito di recente sulle Olimpiadi dopo l’apertura di qualche giorno fa.

E ALLORA di buon mattino Taverna esplode: “Se la giudice Raineri e l’assessore Minenna dovessero formalizzare le loro dimissioni, questo rappresenterebbe una gigantesca perdita per la giunta. La loro professionalità è riconosciuta a livello internazionale ”. Tra dotto, non dovevamo arrivare a questo punto. Ed è un messaggio contro Raggi, ma pure contro i vertici. E innanzitutto contro Di Maio e Alessandro Di Battista, accusati dietro le quinte di aver permesso tutto alla sindaca. Perfino di averla coperta sulla nomina di Raffaele Marra, dirigente comunale già alemanniano. “Ep pu re l’aveva chiamata Beppe per dirle di mandarlo via ”sibila un parlamentare. Taverna è furibonda.Ma anche stanca, raccontano.
AL PUNTOche potrebbe prendere una decisione rumorosa: dimettersi dal mini-direttorio, proprio come aveva fatto il 14 luglio scorso Roberta Lombardi, avversaria irriducibile della sindaca,con cui non ha mai legato. Alla fine, spinta al passo indietro dal Direttorio “perché la sindaca è Virginia e tu devi prenderne atto”. Intanto passano le ore e Raggi annuncia di aver accettato le dimissioni di Raineri e Minenna. Mentre l’ormai ex assessore rientra in Italia dal la Spagna e sente moltiparlamentari. Tra i più turbati c’è Carla Ruocco, deputata di peso, membro del Direttorio. Era stata la principale sponsor della nomina del dirigente Consob. Nel giovedì della bufera cerca al telefono tutti i big, invoca spiegazioni. E ai colleghi lascia intendere: “Non è finita qui, non possiamo perdere uno come Marcello”. Ufficialmente non parla. Però ritwitta il parere di Sergio Santoro, presidente della VI sezione del Consiglio di Stato, che su Twitter contesta la decisione dell’Anac su Raineri. Ed è una chiarissima presa di posizione.

paola taverna virginia raggi 1
E per capire cosa sta succedendo bisogna fare la tara tra le dichiarazioni ufficiali e le voci dal sen fuggite:

Ilcapogruppo Paolo Ferrara ufficialmente assicura che “siamo sereni e si va avanti spediti ”. Ma nei corridoi del Comune,di fronte a più testimoni, si lascia andare: “Che sto a fare qui così?”. Nella riunione con la sindaca, lui e De Vito, l’ex candidato sindaco, da sempre opposto a Raggi, rimangono in silenzio. Mal’aria è pesante, anche perché tutti sanno del disagio dell’assessore all’Urbanistica, Paolo Berdini, che diserta la riunione in Comune. Ora teme di rimanere isolato. Perché anche lui si era scontrato con Marra, e si sentiva tutelato da Minenna. Prima del diluvio.

Leggi sull’argomento: La vendetta tremenda vendetta di Marcello Minenna