Politica

Nuovo Italicum: chi vince?

Repubblica pubblica oggi pubblica i risultati di una simulazione dell’istituto Demopolis sulla ripartizione dei seggi alla Camera dei Deputati se si votasse con il nuovo Italicum presentata ieri durante Otto e 1/2. Con il sistema elettorale designato dalla Consulta sulla base della legge elettorale proposta da Renzi ed “emendata” dalla Corte Costituzionale. In mancanza di una lista che raggiunga il 4% l’ipotesi di balcanizzazione di un ramo del parlamento (per l’altro, con il Consultellum, la balcanizzazione è una certezza) diventa realtà: 192 seggi prenderebbe il Partito Democratico, 185 il MoVimento 5 Stelle, 84 la Lega, 30 Fratelli d’Italia e 76 Forza Italia mentre nel calcolo anche Sinistra Italiana e NCD-API riuscirebbero ad arrivare in Parlamento rispettivamente con 23 e 22 seggi.

nuovo italicum chi vince
Demopolis: La Camera dei deputati se si votasse con il nuovo Italicum (La Repubblica, 27 gennaio 2017)

Nell’articolo a firma di Goffredo De Marchis si fa un passo in più: si immaginano le possibili alleanze post-elettorali ma anche qui il senso non cambia: la maggioranza di 316 seggi non verrebbe raggiunta né in caso di governo PD-SI-AP (che si fermerebbe a 243 seggi) né in caso di alleanza tra Partito Democratico, alfaniani e Forza Italia, che arriverebbe a quota 296 seggi. Nemmeno le alleanze tra coalizioni di destra arriverebbero a sfiorare la maggioranza necessaria alla Camera (316 seggi). L’unico caso in cui si arriverebbe a superare i seggi necessari è un’alleanza (ipotesi fantapolitica) tra PD, Forza Italia, alfaniani e Sinistra Italiana oppure in caso di alleanza del MoVimento 5 Stelle con l’intero centrodestra (compresa Forza Italia) o con il Partito Democratico: ovvero altre ipotesi di fantapolitica, ad oggi.

nuovo italicum chi vince 1
Nuovo Italicum: le possibili alleanza (La Repubblica, 27 gennaio 2017)

Leggi sull’argomento: Italicum e Consultellum: si può andare al voto subito?