Opinioni

«Non si può fare? Ma è una richiesta della rete!»

Federico D’Incà, deputato del MoVimento 5 Stelle, ieri ha avuto la bella idea di soffiare a Giorgia Meloni l’ideona del jackpot del Superenalotto ai terremotati.

La parte divertente della storia però è che quando un utente gli fa notare che la sua proposta ha qualche problemino d’attuazione (che in realtà è più complesso di ciò che viene segnalato e ne abbiamo parlato qui) lui risponde che sì, è vero, ma “questa è una richiesta della rete e credo che sia un modo pèer capire che i soldi, invece di essere buttati in giochi, debbano andare in un grande fondo per i drammi come i terremoti”. Il ragionamento non farebbe una grinza, se non fosse che sembra complicato convincere uno che gioca al lotto a mettere invece i suoi soldi su un fondi per le disgrazie. Ma il deputato D’Incà darà il buon esempio, andando a convincere i giocatori uno per uno. Oppure imparando che un politico è pagato per fare proposte serie.
federico d'incà

Leggi sull’argomento: Giorgia Meloni e la storia del jackpot del Superenalotto ai terremotati