Opinioni

Neuro-psichia-Tria

Fabio Scacciavillani spiega in questo video che il governo è ormai una “Dimaionese impazzita”. Tutti cercano di sbarazzarsi dei titoli di stato come se fossero titoli tossici e in parte lo sono. La conferenza stampa in cui non è stato permesso ai giornalisti di fare domande è stata l’occasione in cui Tria, dopo aver farfugliato qualche numero incomprensibile, è stato portato via da una “badante”. Intanto Savona parla come il chimico di Saddam raccontando che la madre di tutte le battaglie è vinta, ma in realtà deve ancora iniziare. Nessun paese europeo è rimasto convinto dai numeri del Def e ora che lo spread sta superando i 300 punti base Conte può solo evocare Padre Pio per salvarsi. Quale tipo di manovra doveva essere presentata?

Leggi sull’argomento: La folle corsa dell’Italia verso il muro delle agenzie di rating

Fabio Scacciavillani

Fabio Scacciavillani dopo aver conseguito il Ph.D. in Economia all’Università di Chicago (dove è stato assistente del Premio Nobel Merton Miller), ha lavorato al Fondo Monetario Internazionale, alla Banca Centrale Europea (nel periodo pioneristico dell’unione monetaria), a Goldman Sachs, al Centro Finanziario Internazionale di Dubai e in Confindustria. Attualmente è il Capo della Strategia del fondo sovrano dell’Oman che gestisce i proventi delle esportazioni petrolifere del Sultanato. Nelle pubblicazioni e nell'attività professionale si è concentrato su tassi di cambio, politica monetaria, riforme strutturali e mercati finanziari. E’ ospite fisso su Bloomberg TV ed editorialista del Fatto Quotidiano. Ha scritto “Tremonti: Il Timoniere del Titanic” con Giampiero Castellotti e “The New Economics of Sovereign Wealtyh Funds” con Massimiliano Castelli.