Opinioni

Che mondo sarebbe senza Mastella?

Il vincitore morale delle elezioni è lui. Clemente Mastella è il nuovo sindaco di Benevento. Mastella, che era sostenuto da Forza Italia, Udc e da due liste civiche, ha ottenuto 18.037 voti, pari al 62,88. L’ex ministro della giustizia ha sconfitto Raffaele Del Vecchio, che ha preso 10.648 voti, pari al 37,12%. A Benevento il M5s si è fermato al primo turno con 8.219 voti pari al 20,85 per cento.  Quindici giorni fa, sempre sostenuto dal centrodestra (cui la moglie Sandra ha aderito un anno fa candidandosi in Consiglio regionale senza riuscire a essere eletta) è arrivato al ballottaggio a Benevento per 169 voti di vantaggio sul vicesindaco uscente del Pd Raffaele Del Vecchio, sostenuto dall’attuale sottosegretario Umberto Del Basso De Caro. Stanotte la vittoria che sancisce a pieno titolo il suo ritorno alla politica attiva. Il risultato premia, ancora una volta, la sua tenacia. Con 18.037 voti (62,88%) Mastella stacca il suo avversario fermo al 37,12% (con 10.648 voti).

clemente mastella
20070713 – ROMA – POL – GIUSTIZIA: SENATO, ANCORA UN VOTO A RISCHIO PER IL GOVERNO – Il ministro della Giustizia, Clemente Mastella in un momento di relax , oggi, al Senato. Riprese le votazioni nell’aula di Palazzo Madama sul ddl per la riforma dell’ordinamento giudiziario. Oggi l’Unione alla prova dell’emendamento che prevede la presenza degli avvocati nei consigli giudiziari: il ministro Mastella ha avvertito che se dovesse passare sarebbe pronto a dimettersi. GIUSEPPE GIGLIA/ANSA /BGG

Un successo personale se si considera che, nonostante il calo dell’affluenza al secondo turno, ottiene 4771 voti in più del primo turno, mentre il dem Del Vecchio ne prende circa 2500 di meno. Ha giocato, seppur in maniera determinante, l’appoggio avuto dal suo vecchio ex avversario all’interno della Dc Ciriaco De Mita, riconquistato alla causa comune dopo anni di palese dissenso. “Dedico questa vittoria alla mia famiglia” le prime parole di Mastella che, indomabile, parla di una possibile “ripartenza”. Ancora una volta il suo Sannio fa storia.