La macchina del funky

Matteo Renzi da Barbara D'Urso a parlare di guerra

Matteo Renzi parlerà della situazione della Libia e delle intenzioni dell’Italia oggi da Barbara D’Urso a Canale 5. L’inedito Messaggio alla Nazione su Domenica Live andrà in onda alle 16,30 e, ci fa sapere Maria Teresa Meli sul Corriere della Sera, laddove il premier ribadirà che «Non ci sono le condizioni per mandare in Libia truppe di terra» e quindi nessun intervento militare: «Bisogna essere seri e saggi in un frangente così delicato. Certo, dopo che si sarà formato il governo, se ci verrà richiesto, occorrerà mettere in sicurezza il Paese supportando l’esecutivo su quel fronte». Spiega la Meli:

Il che significa che non vi sarà nessun intervento militare vero e proprio, perché, come ama ribadire spesso il presidente del Consiglio, «anche se c’è chi vuole costringerci a scelte che non abbiamo preso, noi andiamo avanti sulla strada del buon senso, con uno sguardo strategico e senza iniziative improvvisate». Dunque, «non ci sarà nessuna azione di guerra». Del resto, a Palazzo Chigi sostengono che non è questo che ci chiedono gli Stati Uniti, con cui c’è un accordo di massima. Ciò che importa veramente agli Usa è che gli italiani, come gli altri Paesi europei coinvolti, garantiscano un’efficace azione di contrasto contro i terroristi del Daesh. E per fare questo, secondo Palazzo Chigi, non c’è bisogno di un’occupazione con le truppe di terra.

matteo renzi barbara d'urso guerra

L’idea è quella di supportare le milizie libiche. Con l’addestramento militare, con la vigilanza dei siti cosiddetti sensibili (ambasciate, aeroporti, infrastrutture legate al petrolio) e con il rifornimento di armi. Tutto ciò richiederà l’utilizzo di un numero non elevato di militari. Ma oltre, il premier non è disposto ad andare (e il capo dello Sato, con cui la consultazione è permanente, è d’accordo). Per questa ragione Renzi si è molto adirato con i giornali che, a suo giudizio, sembravano dare l’impressione di una guerra imminente. Il premier è preoccupato per l’impatto che le notizie diffuse dai media potrebbero avere sugli italiani. Una ragione, questa, che lo ha spinto a partecipare, oggi, a una trasmissione come «Domenica Live», condotta da Barbara D’Urso. Renzi andrà lì per rassicurare gli italiani: per il nostro Paese non c’è nessuna guerra in vista.