Fatti

Draghi risponde a quei politici che vogliono fargli da navigator: "Un lavoro me lo so trovare da solo" | VIDEO

@neXt quotidiano|

Mario Draghi

Una battuta ironica che cela anche una forma di fastidio dopo che per settimane è stato sulla bocca di tanti politici che si sono impegnati, nelle loro dichiarazioni, a trovargli una “occupazione” per il 2023, anno in cui scadrà il suo mandato di Presidente del Consiglio dei Ministri. Così Mario Draghi, durante la conferenza stampa per annunciare l’approvazione in CdM della riforma della Giustizia, ha voluto mettere a tacere quelle ripetute voci che lo hanno visto protagonista a sua insaputa negli ultimi tempi.

Mario Draghi zittisce i politici che vogliono “trovargli” un lavoro

“Lo escludo”, dice con voce ferma e glaciale rispondendo alla prima domanda del giornalista che gli chiedeva se fosse intenzionato a scendere in politica (perché attualmente è Presidente del Consiglio nelle vesti di “tecnico” per guidare un governo di Unità Nazionale) dopo la fine del suo mandato. Perché, di recente, alcuni politici lo hanno “tirato per la giacchetta”, facendo il suo nome come figura per guidare un’eventuale federazione. Ma questo, stando a quanto dichiarato oggi in conferenza stampa, non è tra i suoi piani. Poi, proseguendo nella sua risposta, Mario Draghi lancia una stoccata profonda nei confronti di questi politici:

“Vorrei anche aggiungere un’altra cosa. Ho visto che tanti politici mi candidano a tanti posti in giro per il mondo mostrando sollecitudine straordinaria nei miei confronti. Io li ringrazio molto, ma vorrei rassicurarli che se per caso decidessi di lavorare dopo questa esperienza, probabilmente un lavoro me lo trovo anche da solo”.

Un avviso ai naviganti che lo hanno indicato per ricoprire vari ruoli. Poi, alla fine, il Presidente del Consiglio ha confermato la sua fiducia alla squadra di governo mettendo la parola fine anche sulle tante voci e richieste di rimpasto avanzate – sempre da alcuni “politici” – nel corso delle ultime settimane.