Politica

“Maria Elena Boschi con Matteo, ci ha litigato. Di brutto”

Oggi Fabrizio Roncone sul Corriere racconta di una lite che sarebbe avvenuta tra Boschi e Renzi: cosa è successo?

matteo renzi maria elena boschi

In queste ore confuse in cui Fico è ancora alla ricerca di un accordo sui temi in realtà si parla tanto di nomi. Il primo è quello di Maria Elena Boschi che nelle quotazioni del totoministri viene data all’Economia, alla Difesa passando per le Infrastrutture. Oggi Fabrizio Roncone sul Corriere racconta un succoso retroscena secondo il quale MEB non avrebbe voluto una crisi come questa. Secondo il giornalista immaginava un percorso molto più pulito in cui all’arrivo ci sarebbe stata una poltrona da ministro. Ma poi le cose sarebbero andate diversamente. E Roncone racconta anche di una lite che sarebbe avvenuta tra Boschi e Renzi:

L’idea era: un rimpastino, mi prendo un bel ministero, salgo al Quirinale, giuro, e via si prosegue. All’inizio Renzi era sembrato persino d’accordo; solo che poi quando Renzi parte non lo fermi, vincere non lo diverte, gli piace stravincere, in baruffa si esalta, e allora la crisi è precipitata nel buio più fitto. E lei, con Matteo, ci ha litigato. Di brutto. Se le sono proprio dette. Ad un certo punto è circolata pure la notizia che Meb fosse così arrabbiata da valutare l’uscita dal partito, mollava la guida del gruppo qui alla Camera e se ne andava con i «responsabili». Mezza Italia viva è entrata subito nel panico. D’altra parte il partito è inchiodato nei sondaggi al 2,5% e molti parlamentari confessano di osservare ormai con preoccupazione crescente le mosse del capo: non capiscono mai cos’abbia di preciso in mente, e le sue rassicurazioni — «Fidatevi di me. Non vi fidate di me? Come sarebbe?» — hanno il suono di un mantra lugubre. Meb, alla fine, ha dovuto dettare una dichiarazione all’Ansa, con formulazione furbesca: «Resto con Iv. Notizia assurda da non poter nemmeno essere smentita»

Ce la farà Maria Elena a conquistare un ministero? Roncone ipotizza cosa ne pensa Teresa Bellanova. Che si è dimessa e al governo potrebbe non tornare più.