Politica

Le accuse a Marattin di aver alzato le mani contro un deputato M5S

Dopo l’abbandono dell’Aula escono i filmati della rissa a Montecitorio. E le accuse ai deputati PD da parte del M5S

marattin m5s 1

Il MoVimento 5 Stelle va all’attacco del deputato Luigi Marattin e del Partito Democratico. In un video pubblicato su Facebook i grillini dicono che il deputato ha alzato le mani nei confronti di un collega grillino durante la bagarre che si è scatenata oggi in Aula dopo la mancata espulsione del deputato D’Ambrosio che aveva fatto il gesto delle manette nei confronti del PD.

Le accuse a Marattin di aver alzato le mani contro un deputato M5S

Nel video si vede Marattin che si avvicina e tocca sulla faccia un deputato del MoVimento 5 Stelle che si chiama Alberto Zolezzi. Da qualche minuto gira anche un banner che accusa Marattin di aver “schiaffeggiato” il collega quando dal video si vede benissimo che quelli non sono schiaffi. D’altro canto è lo stesso M5S a parlare di un generico “alza le mani” e non di schiaffi.

Clamoroso! Violenza Pd in Parlamento

++ ATTO VILE IN PARLAMENTO: MARATTIN DEL PARTITO DEMOCRATICO ALZA LE MANI SU UN PORTAVOCE DEL MOVIMENTO 5 STELLE ++Quanto accaduto è gravissimo. Chiediamo immediatamente l'intervento degli organi preposti. Un episodio di violenza del genere va condannato senza se e senza ma. Marattin deve essere allontanato. Evidentemente il Partito Democratico non ha più argomenti e può solo ricorrere a bagarre e atti di violenza fisica.

Gepostet von MoVimento 5 Stelle am Donnerstag, 14. Februar 2019

Intanto su Facebook il deputato Paolo Nicolò Romano pubblica un altro video in cui si vede una donna che colpisce la mano del deputato che sta riprendendo: lui in risposta la apostrofa come fascista.

Secondo i deputati M5S la rissa è partita dopo che D’Ambrosio ha ricordato la condanna dell’ex deputato PD Francantonio Genovese. Genovese è stato eletto nelle file del PD in Sicilia nel 2013 e nel 2015 è passato a Forza Italia. Attualmente è deputato regionale all’Assemblea Regionale Siciliana ed è stato condannato a 11 anni al processo scaturito dall’operazione ‘Corsi d’oro’ sull’uso illecito di finanziamenti erogati dalla Regione siciliana a enti della formazione professionale. Successivamente Marattin ha accusato il deputato M5S di simulazione:  “Aggressione? Sono andato a dirgli che secondo il regolamento non può fare riprese, e ho ricevuto in cambio i soliti insulti che da 15 minuti ci stavano rivolgendo, con lo scandaloso beneplacito del Presidente Fico. Patetico il tentativo di passare per vittima; manco fosse il grande Pippo Inzaghi quando faceva simulazione in area”.

Leggi anche: Il video del fascicolo tirato a Roberto Fico alla Camera