Politica

Maltempo a Roma: quando Virginia Raggi parlava di "prevenzione opportuna"

pioggia roma raggi ostia voto x municipio - 6

A Roma piove, e la città va in tilt, di nuovo. Non che la pioggia di ieri fosse un evento eccezionale e imprevisto. In fondo siamo ad inizio novembre, mese notoriamente piovoso. Ieri a Roma dopo il violento acquazzone del primo pomeriggio il copione era il solito: strade allagate, auto bloccate e stazioni della Metro chiuse. A farne le spese anche gli elettori del X Municipio dove ieri si votava per l’elezione del Presidente e del consiglio municipale uscito dal commissariamento.

Roma allagata per un nubifragio annunciato 

Il nubifragio di domenica pomeriggio era stato ampiamente previsto. Sabato il Dipartimento della Protezione Civile della Regione Lazio ha emanato un bollettino di allerta di condizioni meteorologiche avverse. Nell’avviso del Centro Funzionale Regionale si parlava di “precipitazioni diffuse anche a carattere di rovescio o temporale” accompagnati da “rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, e forti raffiche di vento”. Sulla base delle previsioni il CFR ha valutato “una Criticità codice giallo per rischio idrogeologico per temporali su: Tutte le Zone di Allerta della Regione Lazio”.
pioggia roma raggi ostia voto x municipio - 3
Insomma il Comune di Roma è stato informato per tempo delle condizioni climatiche della giornata di domenica 5 novembre. E senza dubbio il Comune era a conoscenza del fatto che ieri a Ostia si votava il primo turno delle elezioni per X Municipio.
pioggia roma raggi ostia voto x municipio - 1
Non si spiega quindi come mai ieri i cittadini romani che che si sono avventurati fuori casa per andare a votare abbiano dovuto assistere a scene come quelle dell’l’allagamento del sottopassaggio di via di Acilia o di strade rese impraticabili da un’ora di pioggia intensa. Che il X Municipio abbia qualche problema quando piove forte è cosa nota. Anche perché appena due mesi fa Ostia si era trovata in una situazione simile.


Se da un anno a questa parte a Roma il vento non fosse cambiato sapremmo subito a chi dare la colpa: a Marino. Ma oggi al Campidoglio c’è Virginia Raggi. Ed era proprio Virginia Raggi il 6 novembre 2014 – tre anni fa esatti – a parlare della necessità di “prevenzione opportuna” in seguito al blocco della città dopo “un fenomeno meteo catastrofico definito bomba d’acqua”.
pioggia roma raggi ostia voto x municipio - 4
La Raggi, all’epoca consigliera comunale d’opposizione suggeriva di “ripulire tombini e caditoie ostruite e di potare i rami degli alberi pericolanti“.
pioggia roma raggi ostia voto x municipio - 5
Ma sappiamo come vanno le cose nel MoVimento 5 Stelle: quando si è all’opposizione la ricetta giusta è sempre a portata di mano e sembra facilissimo rimediare ai danni di chi sta al governo. Una volta però che il MoVimento diventa maggioranza la colpa è invariabilmente delle amministrazioni precedenti o addirittura del surriscaldamento globale.


Scontata l’ironia di Giorgia Meloni che paragona Roma a Lagos, città modello evocata da Beppe Grillo durante un comizio in Sicilia.