Opinioni

Lo sciopero del web per Beppe Grillo

A seguito dell’emendamento presentato riguardo il blog di Beppe Grillo e la pubblicità un evento è stato creato su Facebook per promuovere lo sciopero del web per Beppe Grillo il 31 luglio 2015:

A seguito della scandalosa proposta per oscurare il Blog di Grillo (qui trovate il cmmento del Pres. dell’Ordine dei Giornalisti – http://www.beppegrillo.it/2015/07/il_presidente_dellordine_dei_giornalisti_contro_lammazzablog.html )
propongo a tutti:
Dalla mezzanotte del 31 luglio, per 24 ore, sciopero totale degli utenti web – segnati l’evento e venerdì esci con gli amici invece di stare al monitor! Staccati dallo smartphone per una buona causa che troverà d’accordo anche moltissimi non-5stelle. E se puoi, continua il sabato seguente – tanto sparano solo balle i giornali, non ti perdi niente
Non apriremo nessuna pagina di informazione mainstream, includendo tutti i quotidiani e riviste nazionali, regionali e locali, i siti delle tv ed altre fonti ufficiali e naturalmente le pagine dei suddetti sui social media. E se ce la fate, non aprite neanche FB che pure censura, riordina a suo piacimento e secondo i propri fini (ovviamente anche para-politici se si parla di censura) ma non mi pare nessuno al Parlamento se ne curi. Diamo un’avvisaglia al mondo corporate del web.
niente like, niente share, niente di niente. Basteranno poche ore e già gli faremo male: sapete come funziona la pubblicità.
per un motivo: se Grillo non può far soldi con un blog perché organo politico, allora neanche De Benedetti, gruppo Espresso, RCS, RAI, ANSA, REUTERS, QUOTIDIANONAZIONALE, tutti politicizzati, devono vedere più un euro.
mostriamo che se vogliono giocare sporco e duro, sappiamo farlo anche noi 5stelle, per aiutare i portavoce eletti e Grillo concretamente in questo difficile momento.

beppe grillo blog

Leggi sull’argomento: La norma ammazza-blog di Grillo è giusta