Fatti

L’impennata no vax di Melandri gli costa caro: lo sponsor non rinnova il suo contratto

Trentino Marketing ha deciso di non rinnovare il contratto con l’ex pilota e si dissocia della sue dichiarazioni

marco melandri vaccino no vax novak djokovic covid

Le ha tentate tutte, compresa una pseudo inversione “a U” per sminuire quella sua dichiarazione iniziale. Una retromarcia non servita, soprattutto dopo la sua partecipazione alla manifestazione no vax e no green pass andata in scena sabato scorso a Milano. Perché, ormai, Marco Melandri era finito fuori pista. E ora l’ex pilota, commentatore tecnico della Superbike a Dazn, inizia a perdere i primi tasselli del suo mosaico. Se molti appassionati di motociclismo lo hanno già scaricato e aspramente criticato, ora il ravennate deve fare i conti anche con uno sponsor che si è tirato indietro non rinnovando il suo contratto.

Marco Melandri perde lo sponsor, addio al contratto con Trentino Marketing

Tutto è partito da una sua dichiarazione (con annessi post social) in cui ha parlato del suo contagio. Marco Melandri, intervistato da Men of Wheels, aveva dichiarato:

“Ho preso il virus perché ho cercato di prenderlo e, al contrario di molti vaccinati, per contagiarmi ho fatto una fatica tremenda. Ho fatto apposta per potere essere in regola almeno per qualche mese e non è stato nemmeno facile. Mi sono dovuto contagiare per necessità, dovendo lavorare e non considerando il vaccino un’alternativa valida”.

Poi la sua presenza in quella stessa piazza con Montagnier e Paragone per portare avanti la sua battaglia anti-vaccinista. Fino al tentativo di retromarcia, finito fuori pista. L’ex pilota, infatti, aveva detto che il caso era stato montato su quella che era solamente una battuta e che non aveva mai tentato di contagiarsi volontariamente per fuggire dal vaccino e ottenere il Super Green Pass. Ma, evidentemente, qualcuno non gli ha creduto.

Perché la figuraccia è stata a livello mondiale e Trentino Marketing, azienda che si occupa della sponsorizzazione dei prodotti e del territorio trentino, ha deciso di fare un passo indietro non rinnovando il contratto in essere con Marco Melandri.

“L’accordo con Marco Melandri è scaduto nelle scorse settimane e il rinnovo non è in agenda. Prendiamo le distanze da quanto affermato e comunichiamo che il contratto non è stato confermato per quest’anno. La collaborazione con Melandri ha portato risultati interessanti negli anni scorsi ma non c’è l’intenzione di rinnovare il contratto in quanto abbiamo intenzione di percorrere altre strade per sviluppare altre sinergie e strategie con l’obiettivo di veicolare l’immagine del territorio. Non è più un ambasciatore e un testimonial del Trentino da qualche settimana, l’accordo è scaduto e non sarà rinnovato”.

A parlare, al quotidiano Il Dolomiti, è Maurizio Rossini, amministratore di Trentino Marketing. All’azienda non sono piaciute le uscite fuori pista e le impennate di Melandri che, ora, ha perso il suo primo sponsor.