Opinioni

Le scuse di Peter Gomez per il post di Giulietto Chiesa

Dopo la pubblicazione del post di Giulietto Chiesa e il normale riderone che ha suscitato, Peter Gomez, direttore del Fatto Quotidiano on line, chiede scusa per la pubblicazione dell’articolo senza l’avvertenza necessaria che secondo lui avrebbe dovuto essere pubblicata insieme:

giulietto chiesa
L’intervento di Peter Gomez sul post di Giulietto Chiesa (29 marzo 2016)

Leggo ora il post di Giulietto Chiesa e non sono stupito dalle reazioni che suscita. Nessuno qui a ilfattoquotidiano.it condivide i suoi strampalati interrogativi sugli attentati. Lo abbiamo dimostrato seguendo con puntualità la cronaca dei fatti. Pubblicando decine di interviste a investigatori, esperti e magistrati. E pure qualche scoop.
Detto questo credo che sia giusto ammettere un nostro errore. Le righe che scrivo solo ora sarebbe stato più corretto pubblicarle in contemporanea col post di Giulietto. Senza però censurarne il contenuto. Come è noto quello dei blog è uno spazio libero in cui è consentito ai blogger esprimere opinioni che non corrispondono alle nostre. In ossequio a un principio liberale a cui non intendiamo venir meno. Nei prossimi giorni, in ogni caso, ci occuperemo di questo tipo di teorie complottistiche con un’inchiesta giornalistica. Rispondere coi fatti, e non con la censura, alle parole è sempre la via migliore. Sarà un dibattito interessante.

Leggi sull’argomento: Giulietto Chiesa, l’esercitazione nella metro di Bruxelles prima degli attentati e altre bufale

Alessandro D'Amato

Il direttore di neXt Quotidiano