Opinioni

L'allarme di Hannover veniva dai servizi segreti di Israele

Era arrivato dal servizio di sicurezza israeliano l’allarme decisivo su un molteplice attentato ad Hannover che ha portato all’annullamento dell’amichevole Germania-Olanda del 17 novembre scorso. Lo conferma l’agenzia tedesca Dpa, dopo le verifiche a indiscrezioni rese note da Stern, che citavano fonti governative. Il ministro dell’Interno Thomas de Maizière aveva detto che l’avviso era giunto da un servizio di sicurezza straniero, senza mai specificare di quale Paese si trattasse.
hannover stadio fermato 1
I media tedeschi avevano ipotizzato che si trattasse di quelli francesi. Stern scrive che informazioni molto preoccupanti erano giunte da Israele già il giorno prima dell’incontro, lunedì 16 novembre, e si erano poi intensificate nel corso del martedì, il giorno della partita. L’incontro era stato poi annullato un’ora e mezza prima del fischio d’inizio, le due squadre dirottate mentre erano in viaggio verso lo stadio, lo stadio stesso evacuato dai tifosi che nel frattempo erano entrati, la zona setacciata da unità speciali della polizia. Nel centro di Hannover erano poi state annullate alcune manifestazioni culturali ed erano state compiute perquisizioni alla stazione. Non era stata trovata traccia né di esplosivo, né di sospetti terroristi.