Opinioni

La sorella di Falcone contro Grillo

«Sono sdegnata dalle parole aberranti di Grillo sulla mafia. Come si fa a dire che la mafia “aveva una sua morale”? E’ un insulto a tutte le vittime di Cosa nostra». Maria Falcone non usa mezzi termini per condannare le frasi del leader del MoVimento 5 Stelle sulla mafia pronunciate ieri in occasione dello Sfiducia Day contro Rosario Crocetta, a cui ha riservato anche parole offensive.
beppe grillo falcone
Grillo aveva detto che la mafia ha una sua propria morale, migliore di quella degli uomini della finanza internazionale, i quali avrebbero «corrotto» i mafiosi. «Invito il signor Grillo a fare un ripasso della storia, soprattutto da quanto scritto da Giovanni Falcone – dice Maria Falcone, di recente insignita dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano per il suo impegno contro la mafia – Non si parla di cose così importanti con superficialità. Grillo mostra di sconoscere il significato della mafia. Ha trattato con leggerezza un argomento che ha creato tanto dolore. Grillo disconosce il sacrificio di Giovanni Falcone o altre vittime di Cosa nostra».

Leggi sull’argomento: Gabriele Zanier: la caccia all’uomo contro il volontario che ha contestato Grillo