Opinioni

La rissa al campo nomadi di via di Salone

C’è stata una rissa al campo nomadi di via di Salone mentre uomini del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale erano impegnati a redigere il censimento degli abitanti. La rissa sarebbe stata parte di una faida interna e si è svolta a colpi di spranghe e bastoni. Sul posto sono quindi intervenuti in ausilio pattuglie del gruppo VI torri e Sicurezza Pubblica Emergenziale, unitamente ai militari dei Carabinieri della compagnia di Tivoli. Militari e caschi bianchi, coordinati dal Vice Comandante del Corpo Lorenzo Botta, sono riusciti ad arrestare cinque dei partecipanti alla rissa, sorpresi mentre erano ancora intenti a picchiarsi. Sono invece in corso le ricerche degli altri partecipanti, datisi alla fuga all’arrivo dei rinforzi.
via del salone campo nomadi
Il soccorso ai nomadi, i quali presentano ferite lacerocontuse alla testa ed al setto nasale, è stato assicurato presso il presidio sanitario di Palestrina. Ancora sconosciute le cause della rissa, che ha visto coinvolte due famiglie molto influenti nel campo. Sulle motivazioni infatti, i nomadi stessi, stanno cercando di mantenere il massimo riserbo. Ancora in corso le operazioni di indagine, condotte congiuntamente dai Carabinieri della Compagnia Tivoli e dal gruppo Spe della Polizia di Roma Capitale, che proprio in queste ore, stanno procedendo a perquisizioni volte al rintraccio degli ulteriori responsabili. “Ancora sconosciute le cause della rissa, che ha visto coinvolte due famiglie, i Seferovic e gli Halilovic, molto influenti nel campo’”, spiegano dalla polizia municipale. In corso perquisizioni nel campo per accertare l’eventuale presenza di armi. La sindaca Virginia Raggi è intervenuta su Twitter per stigmatizzare l’episodio.