Opinioni

La ricetta elettronica bloccata in tutta Italia

Un comunicato di Federfarma inviato a tutte le farmacie fa sapere che oggi è in atto un blocco della ricetta elettronica in tutta Italia a causa di un problema di server della SOGEI.

Stamane i server della SOGEI hanno grossi problemi di connettività pertanto risulta difficile connettersi al SAC per l’erogazione delle ricette elettroniche in modalità dematerializzata.
Abbiamo subito contattato SOGEI per le vie brevi che ha confermato che il blocco, seppur temporaneo, è in tutta Italia.
Cosa fare per spedire le ricette:
trattare il promemoria come una normale ricetta SSN rossa.
Al ripristino della connessione sarete avvisati e per questi promemoria sarà necessario effettuare la sola presa in carico.

La situazione è tornata nel pomeriggio alla normalità e il problema tecnico è stato risolto.
Le prime segnalazioni di problematiche sono arrivate una decina di giorni fa da Bologna. La ricetta elettronica è stata introdotta in maniera graduale a partire dallo scorso maggio. «Attualmente la percentuale di prescrizioni “dematerializzate” si avvicina al 75% del totale. E se nel primo periodo non erano stati registrati particolari problemi, nelle scorse settimane, probabilmente a causa del maggior ricorso a questa tipologia di ricette, il sistema è andato in sovraccarico», commentava all’epoca Repubblica.
Edit: a proposito dell’articolo che leggete qui sopra, dall’Ufficio Stampa SOGEI riceviamo e pubblichiamo:

1. il fermo del sistema di accoglienza centrale (SAC), dovuto ad un problema tecnico, è durato dalle ore 10.06 alle ore 11.05 della mattina del 19 u.s. e non fino al pomeriggio, come rende erroneamente l’articolo che riporta …“La situazione è tornata nel pomeriggio alla normalità e il problema tecnico è stato risolto”. A tal proposito ci si chiede come sia possibile affermare alle 11.21 (ora in cui è stato pubblicato l’articolo vedi copia in calce) che la “situazione è tornata nel pomeriggio alla normalità” ;
2. l’affermazione “Le prime segnalazioni di problematiche sono arrivate una decina di giorni fa da Bologna” è inesatta in quanto le problematiche lamentate da Bologna sono, altresì, estranee al sistema centrale gestito da Sogei;
3. l’affermazione che “La ricetta elettronica è stata introdotta in maniera graduale a partire dallo scorso maggio. Attualmente la percentuale di prescrizioni “dematerializzate” si avvicina al 75% del totale. E se nel primo periodo non erano stati registrati particolari problemi, nelle scorse settimane, probabilmente a causa del maggior ricorso a questa tipologia di ricette, il sistema è andato in sovraccarico», risulta del tutto infondata ed estranea al fermo del sistema centrale del 19 novembre scorso che in nessun modo è riconducibile a problematiche di sovraccarico.

Rispondo brevemente alle tre domande:

  1. L’articolo è stato pubblicato alle 11,21 del 19 novembre e modificato alle 16,53 dopo un contatto con l’ufficio stampa di Federfarma Roma, dalla quale abbiamo ricevuto la comunicazione sul ritorno alla normalità
  2. L’affermazione è contenuta in un articolo di Repubblica nell’edizione bolognese, qui linkata.
  3. Anche quella frase era contenuta nell’articolo di Repubblica Bologna, dove si affermava che «Il sistema di accettazione regionale va a singhiozzo, gli ultimi due giorni sono stati drammatici»

(Alessandro D’Amato)