Politica

La battutona di Salvini che abbraccia Meloni: “Le cose a tre le facciamo più tardi che non è il momento…” | VIDEO

La ‘pax di Spinaceto’, dopo la gaffe con Bernardo oggi è stato il turno di Michetti: Salvini e Meloni a Roma non sbagliano e si abbracciano

meloni berlusconi tajani centrodestra

Matteo Salvini e Giorgia Meloni sono arrivati questa mattina a Spinaceto, in zona Tor dei cenci, dove si concluderà la campagna elettorale del centrodestra a sostegno del candidato sindaco a Roma, Enrico Michetti. Insieme ad Antonio Tajani i leader della coalizione hanno tenuto un comizio per tirata la volata finale a Michetti. Il primo punto da affrontare è stato quello legato alla love story politica tra i due leader nazionalisti del centrodestra. Stamattina non potevo arrivare in ritardo, perché non avevo un aereo da prendere. Sono contenta di aver incontrato Matteo”, ha detto Meloni prima dell’inizio dell’incontro.

“Per le cose a tre Antonio dopo”, un signore da lontano che grida “Nun ce provà”. Sarebbe tutto bellissimo se i convitati non dovessero immaginare di timonare la capitale del paese.

La battutona di Salvini che abbraccia Meloni: “Le cose a tre le facciamo più tardi che non è il momento…” | VIDEO

I due grandi partiti del centrodestra hanno lasciato che a cominciare fosse il vecchio saggio Tajani, già messo a lato per. l’abbraccio copertina dell’evento. ‘Questa iniziativa dimostra che il centrodestra, checchè ne dica qualcuno e speri qualcun altro, è unito…”, comincia il forzista.

I tre leader lo ripetono come un mantra: ”siamo uniti”. ”In questa campagna elettorale -sottolinea Meloni- ho visto cose strane, nella piazza e tra la gente c’era un entusiasmo straordinario, poi leggi i giornali e i sondaggi, vedi la tv c’è un’altra Italia, ma i cittadini non si fanno fregare più, la sinistra ha strumentalizzato su nostre presunte divisioni, siamo una coalizione compatta”. Le fa eco il leader della Lega, che rivendica lo spirito di ‘squadra’: ”E’ bello chiudere insieme, non in un salotto circondato da benpensanti, ma insieme agli amici con cui governeremo questo Paese nei prossimi anni, perché questa è la squadra che vincerà le elezioni quando si tornerà alle elezioni…Quindi, si rassegnino…”.