Opinioni

Il centrodestra unito e Jole Santelli che spiega che l’ordinanza di Musumeci non serve a niente

Jole Santelli, presidente della Regione Calabria, scarica oggi Nello Musumeci e la sua ordinanza anti-migranti ma dice che anche i clandestini portano il virus in Italia:

E Musumeci?
«Provoca anche lui. È palese che la materia dell’immigrazione è nazionale e non regionale. Lo sa anche Musumeci. Ma ha ragione ad alzare la voce perché la situazione in Sicilia è davvero pesante e nessuno se ne cura».

Anche lei, moderata di Forza Italia, se la prende con i migranti?
«Il problema è reale e non sarebbe giusto negarlo. Pure in Calabria ci sono stati diversi sbarchi. Nell’ultimo episodio di spiaggiamento, un veliero partito dalla Turchia con 150 curdi a bordo, quasi tutti uomini giovani, c’erano 60 positivi. E’ comprensibile che la popolazione abbia paura. Non è paura dello straniero ma del contagio che ti possono portare. Capisco la rabbia di Musumeci».

iole santelli preoccupatissima

Il suo omologo siciliano è in rotta con la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. E lei?
«Abbiamo un buon rapporto. Io ascolto i suoi problemi, che non nego. Lei ascolta i miei. È importante che il ministero dell’Interno abbia preso una nave in più per tenere in quarantena chi sbarca in Calabria. Però sono almeno due mesi che Forza Italia ha lanciato l’allarme sul pericolo del contagio che viene dall’Africa. Il governo deve fare di più».

Scusi, non ha appena detto che il contagio al momento viene dai giovani di ritorno dalle vacanze?
«Guardi, ci vuole un sano pragmatismo. Nessuno può negare che il contagio avviene per più vie: i giovani che si stringono in discoteca, quelli che tornano dalle vacanze all’estero, chi
non rispetta il distanziamento, i lavoratori stranieri che rientrano, e anche, certo, i migranti clandestini».

Leggi anche: Nello Musumeci, dittatore dello Stato Libero di Sicilia