Trend

Italia-Inghilterra, la promessa mantenuta dal rapper Clementino

neXt quotidiano|

Clementino

Gli impegni e le promesse si onorano. Era partito tutto per uno scherzo, rispondendo a una delle domande-tormentone comparse sui social prima di ogni partite della nostra Nazionale. Arrivati alla finale, però, la posta in palio si è fatta più pesante e, alla fine, rimarrà indelebile sulla pelle. Il protagonista di questa vicenda è il rapper Clementino che, alla vigilia di Italia-Inghilterra, aveva promesso di tatuarsi una delle frasi simbolo che hanno accompagnato la trionfale avventura dei nostri azzurri a Euro 2020.

Clementino si tutua “‘o tir’ a gir'” come promesso prima della finale

Il rapper campano, rispondendo a una domanda pubblicata sui profili social della Gazzetta dello Sport, aveva seguito l’onda dei commenti: “Fateci sapere cosa fareste se l’Italia dovesse vincere l’Europeo”. E la sua replica è stata confermata nero su bianco. Anzi, inchiostro su pelle.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da La Gazzetta dello Sport (@gazzettadellosport)

“‘O tir’ a gir'”, la frase utilizzata ironicamente sui social e diventata virale anche all’interno dello spogliatoio azzurro per indicare Lorenzo Insigne (calciatore che prova sempre – e spesso riesce – a calciare sempre il pallone dandogli quella traiettoria “a rientrare”), finisce sulla pelle del rapper Clementino. A differenza del tifoso inglese, infatti, non c’è stata la pretesa di voler anticipare i tempi e si è scelto di onorare la promessa solo dopo il triplice fischio di Wembley. Una bella differenza, anche per la scaramanzia.

Insomma, una promessa mantenuta e onorata poche ore fa, presentandosi dal suo tatuatore di fiducia e facendo incidere sulla pelle del suo braccio quello che – a tutti gli effetti – è diventato un motto-tormentone che ha accompagnato l’avventura azzurra durante questo Europeo itinerante che, alla fine, ci ha visto festeggiare sotto il cielo di Londra. Anche grazie a uno di quei “tiri a giro”.

(foto: da Instagram)