Tecnologia

L’impari lotta tra pastori sardi e vegani

vegani pastori sardi

Tra i risvolti comici della lotta del latte versato dei pastori sardi c’è l’offensiva scatenata in questi giorni da pagine e gruppi vegani nei loro confronti con l’accusa di sfruttare le pecore. Ha cominciato la sempre apprezzatissima Daniela Martani, che è tornata a dare spettacolo alla Zanzara: “Devono trovare un altro lavoro. Il mondo va avanti. La gente consuma sempre più latte vegetale […] Mungere il latte è un atto di violenza. Si tratta di sottrarre neonati alle madri. È violenza, un atto violentissimo”. Ma anche la pagina Facebook Associazione Vegani Italiani ha ritenuto di dover dire la sua allegramente:

vegani pastori sardi 1

Poi c’è la storia di una certa Gabriella, che ha pensato bene di scrivere in pubblico che sarebbe bello “vederli morti, sti pastori sardi del cazzo” dando loro successivamente delle “merde”. Lo screenshot del suo status ha cominciato a fare il giro di Facebook e qualcuno ha avuto la bella idea di segnalare il comportamento della tizia all’azienda per cui lavora, che ha dovuto reagire così: «L’azienda si dissocia fermamente da quanto postato sul suo profilo personale da una nostra dipendente in cui attacca la categoria dei pastori sardi per le proteste di questi giorni. Teniamo a precisare che si tratta di un suo pensiero personale che condanniamo con convinzione. Siamo vicini al popolo sardo e condividiamo la loro battaglia da onesti lavoratori. La nostra etica aziendale è sempre stata improntata al rispetto e alla correttezza. Stiamo valutando la posizione della dipendente in questione proprio perché quanto da lei scritto lede la dignità di un’intera categoria oltre che l’immagine di questa azienda».

vegani pastori sardi 2

Altre “simpatiche” immagini hanno paragonato la mungitura delle pecore ad Auschwitz:

vegani pastori sardi 3

C’è poi chi è tanto animalista da confondere le pecore con le capre…

vegani pastori sardi 4

Ma la parte più bella della vicenda è che sotto tutti questi status è pieno di commenti di pastori sardi ma anche di semplici cittadini che rispondono a male parole e replicano nel merito alle “tesi” vegane. Tra questi spicca, anche se con qualche défàillance grammaticale, la replica di Marco al post dell’Associazione Vegani Italiani:

vegani pastori sardi 5

Leggi anche: I pastori sardi e le balle di Salvini su un euro al litro di latte