Attualità

Gli insulti omofobi su Radio Globo a Tommaso Zorzi (che vuole querelare Alberto Gottardo) | VIDEO

neXt quotidiano|

tommaso zorzi radio globo alberto gottardo

Insulti omofobi e minacce di violenza a Tommaso Zorzi, ex concorrente del Grande Fratello Vip, su Radio Globo. Ieri la star social ha raccontato un episodio capitatogli passeggiando in strada: sarebbe stato fermato da una volante perché aveva con sé una borsetta e – per questo – gli agenti pensavano fosse un borseggiatore. Nel corso della trasmissione “Torre di controllo”, condotta da Andrea Torre, Daniele Capezzone, Giovanni Lucifora e Alberto Gottardo, quest’ultimo – commentando quanto raccontato da Zorzi – ha dato il via a uno sproloquio indecente: “Basta con l’omofobia, uno così ti può stare sui coglioni non perché è ric***ne ma perché è un imbecille? Posso pensare che questo mi stia antipatico perché dice di non avere la patente perché non gli fanno guidare una Rolls-Royce a scuola guida e lui le auto della scuola guida non le guida? Mi viene voglia di tirargli una cinghiata sulla bocca. Non in quanto omosessuale, può accoppiarsi per quanto mi riguarda se sono consenzienti anche con dei termosifoni. Ma in quanto uno che va in giro a far polemiche sul lavoro di tre poliziotti, possono girarmi le palle, oppure no?”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Tommaso Zorzi (@tommasozorzi)


Per queste parole Zorzi ha dichiarato di avere intenzione di denunciare Gottardo. Sui social ha scritto: “Non voglio entrare nella retorica del ddl Zan, ma è proprio per questo motivo che serve. Ma come si permette di chiamare “r******e una persona?”. L’ospite radiofonico ha provato anche a vittimizzarsi: “Leggo che molti si sono sentiti offesi da una mia affermazione ieri a radio globo. Mi scuso se ho urtato la sensibilità di chi stava ascoltando il programma. Fate la lista dei termini che non si possono usare così evitiamo futuri fraintendimenti”.