Fatti

Il post di Vittorio Sgarbi che ha dato il via libera agli hater di Ilaria Cucchi

Ancora una volta, gli haters si sfogano dopo il messaggio del critico d’arte e parlamentare contro la sorella di Stefano Cucchi

Insulti a Ilaria Cucchi

Accusa di doppiopesismo la magistratura fornendo il classico esempio populista (lui che dice di combattere il populismo) che non ha né capo né coda. Il post di Vittorio Sgarbi pubblicato su Facebook lo scorso 15 marzo è diventata una fucina di insulti a Ilaria Cucchi da parte dei suoi follower che, evidentemente, non riescono a mandare giù l’idea che il leader della Lega, Matteo Salvini, possa esser stato definito uno sciacallo nella sua narrazione di quanto accaduto a Stefano Cucchi. Una storia di odio quotidiano e di haters aizzati dai politici sui social.

Insulti a Ilaria Cucchi sulla bacheca di Vittorio Sgarbi

Questo è il brevissimo messaggio social preso d’assalto da moltissimi sostenitori di Vittorio Sgarbi (e di Salvini, come si evince dai toni), con riferimento alla parola “sciacallo“.

Un paragone privo di senso, visto che Ilaria Cucchi ha lottato – insieme alla sua famiglia – per ottenere la verità sulla morte di suo fratello. Che non è morto per la droga, ma a causa dei colpi inferti da alcuni Carabinieri in caserma dopo il suo fermo. Lo dicono le indagini riaperte, le sentenze. Una storia di cui, ormai, si conoscono tutti i dettagli. Una battaglia vinta, ancora non completamente, che ha messo in luce l’esistenza di mele marce anche all’interno dell’Arma dei Carabinieri. Eppure Sgarbi cade nel classico populismo, attirando con se decine e decine di commenti denigratori nei confronti della donna. Eccone alcuni.

Commenti fuori luogo fatti da persone che non hanno accettato le verità emerse solo grazie alla tenacia di Ilaria Cucchi e della famiglia di Stefano che, dopo anni di lotta, hanno visto aprirsi uno spiraglio di giustizia. Odio dilagante, fagocitato da commenti senz’arte né parte.

La replica di Ilaria Cucchi

E agli insulti a Ilaria Cucchi, lei ha replicato con fortissimo messaggio pubblicato sulla sua pagina Facebook.

“Io continuerò ad andare a testa alta anche se la Giustizia non vi perseguirà legittimando i vostri insulti e le vostre minacce.
Perché? Perché amavo mio fratello. Perché so quale è la verità. Perché sono la sorella di Stefano Cucchi. Perché sono una donna e fiera di esserlo. Fiera di essere sua sorella”.

(foto: da pagina Facebook di Ilaria Cucchi)