FAQ

Il video del ragazzo che trolla Salvini al mercato di Pescara: «Pezzo di m....»

@neXt quotidiano|

Botta e risposta tra Matteo Salvini e un ragazzo straniero, poco dopo l’arrivo del leader della Lega a Pescara, tra le vie dello storico mercato di Portanuova. Il giovane ha attirato l’attenzione di Salvini, gli ha stretto la mano e poi gli ha sussurrato “grande pezzo di m….”. Salvini a quel punto si è allontanato e ha risposto “hai vinto”. Il tutto è stato immortalato dalla diretta pubblicata da Salvini su Facebook. Poco prima l’ex ministro si era abbracciato con un altro straniero. Come di consueto, lunghe file per fare selfie con Salvini, tra abbracci e strette di mano. Poi il leader della Lega, accompagnato dagli esponenti locali del partito, ha raggiunto lo storico bar ‘Ritrovo del parrozzo’, dove ha assaggiato il parrozzo, dolce tipico abruzzese, insieme al liquore Aurum.

salvini pezzo di m

Una decina di contestatori ha manifestato contro Matteo Salvini, a Pescara tra le vie dello storico mercato di Portanuova. In particolare, un gruppo di ragazzi ha urlato “basta con la politica dell’odio” e poi ha intonato ‘Bella ciao’, subito smorzata dalle urla dei sostenitori della Lega. Il presidente del Consiglio comunale, Marcello Antonelli, e altre persone hanno urlato in coro “scemo, scemo” contro i ragazzi. Il tutto è avvenuto sotto il controllo delle forze dell’ordine: imponente il servizio di sicurezza, con decine di uomini presenti. Un centinaio i sostenitori di Salvini, ma è difficile fare una stima a causa delle tante persone presenti per il mercato. Poco dopo un altro gruppetto di persone ha seguito Salvini nella sua passeggiata tra le bancarelle, riproducendo in loop ‘Bella ciao’ con una cassa bluetooth. Salvini ha anche detto che i magistrati rovinano la vita degli italiani perché l’Autostrada A14 è in tilt tra Marche e Abruzzo dopo i sequestri dei viadotti: “Occorre riformare la giustizia perché non è possibile che un magistrato si alzi la mattina e sequestri pezzi di strade, autostrade e cantieri rovinando la vita a migliaia di cittadini. I giudici facciano i giudici”. “In tanti chiedono l’intervento del Governo – aggiunge – Lo chiedono a Taranto, lo chiedono i lavoratori dei porti, dell’Auchan, della Whirlpool, del Mercatone Uno, ma del Governo non c’è traccia”. Poi se l’è presa anche con il Quirinale: “Io mi domando se sul Colle più alto sembra normale che il Parlamento ed il popolo siamo totalmente impediti dal dire, fare, lavorare, suggerire, proporre, emendare. È un Governo pericoloso, composto da incapaci pericolosi che la democrazia non sanno dove sta di casa”. “Sette miliardi di nuove tasse, più burocrazia, manette per chi non ce la fa, senza che il Parlamento- aggiunge – che rappresenta il popolo, abbia potuto cambiare nulla”. Il leader della Lega ha pubblicato questa foto su Twitter:

Leggi anche: Jasmine Cristallo: per Salvini l’unica Sardina buona è una Sardina insultata