Politica

Il ministro Speranza firma l’accordo: via libera alla vaccinazione nelle farmacie

L’annuncio è arrivato attraverso i suoi canali social, al termine dell’accordo coi farmacisti: “Campagna vaccinale più capillare ed efficace”

speranza cosa riapre il 20 aprile speranza salvini riaperture zona rossa dopo pasqua Speranza su stop Astrazeneca

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha ufficialmente firmato il protocollo con regioni e farmacisti per il via libera alle vaccinazioni anti-Covid nelle farmacie. Una novità attesa che ora diventa effettiva, come ha comunicato il titolare del Ministero della Salute in una nota sui propri profili social.Covid:

Firmato l’accordo con farmacisti, ‘campagna vaccinale più veloce e capillare’

“Ho appena firmato il protocollo con regioni e farmacisti per far partire in sicurezza le vaccinazioni Covid nelle farmacie del nostro Paese” ha scritto Speranza. “La campagna di vaccinazione è la vera chiave per chiudere questa stagione così difficile. Oggi facciamo un altro importante passo avanti per renderla più veloce e capillare.”

Si tratta di una svolta importante che dovrebbe, nelle intenzioni del governo, accelerare ulteriormente una campagna vaccinale che procede ancora a rilento, ma che, a partire da aprile, dovrebbe poter contare anche di un alleato in più: il vaccino prodotto da Johnson & Johnson.

Speranza a G7, ‘accelerare su Green pass in estate’

Lo stesso Speranza è intervenuto questa mattina in videoconferenza alla riunione del G7 dei ministri della Salute. Al centro del confronto – si legge in una nota del dicastero – la sanità digitale e il certificato vaccinale, sia a livello europeo che su scala globale. E proprio di questo ha parlato Speranza, soffermandosi sulla possibilità di mettere a punto il cosiddetto “Green pass”, il passaporto vaccinale, che, se tutto andrà come previsto, dovrebbe entrare in vigore prima dell’estate.

“Bisogna accelerare la discussione sul ‘Green pass'” ha sotolineato Speranza, “per arrivare ad una soluzione prima dell’estate, in modo da permettere la mobilità in maggiore sicurezza”.