Fatti

La Lega in Lombardia ha una priorità: protestare contro i cappellini per i bambini nati prematuri

neXt quotidiano|

Max Bastoni

Il sistema sanitario lombardo ha palesato, con la pandemia, gli effetti del fallimento di un’amministrazione che – nella sua storia recente – ha pensato più a foraggiare il privato penalizzando il pubblico. La storia della pandemia (soprattutto in termini di vite andate perdute) racconta di come ci siano stati dei problemi strutturali, figli di atteggiamenti sbagliati e opportunistici. Ma la Lega ha, oggi, una nuova priorità: non quella di indagare su cosa sia successo nel corso degli ultimi venti anni, ma quella di protestare contro i berrettini arcobaleno fatti indossare ai bambini prematuri ricoverati all’Ospedale Niguarda di Milano. E a “denunciare” questo “scandalo” è stato il consigliere Regionale Max Bastoni.

Max Bastoni, il consigliere leghista lombardo che se la prende con i cappellini arcobaleno per i neonati

Questo il post pubblicato dall’esponente e rappresentante del Carroccio sula sua pagina Facebook all’indomani dell’iniziativa del personale del nosocomio meneghino per la Giornata Internazionale contro l’omotransfobia dello scorso 17 maggio.

“Vergogna”. Addirittura. Quei berrettini arcobaleno, destinati ai neonati prematuri che si trovano al Niguarda di Milano, sono stati realizzati dalle volontarie  di Cuore di maglia e l’iniziativa è stata accolta con favore dalla Associazione Amici della Neonatologia. Un’iniziativa che non ha avuto alcun effetto sui bambini che, ricoverati nei reparti di terapia intensiva, indossano spesso cappellini di questo tipo a mo’ di protezione. Eppure Max Bastoni e i suoi colleghi della Lega hanno deciso di protestare.

Queste, evidentemente, sono le priorità degli esponenti del Carroccio. Gli stessi che per mesi hanno rilasciato dichiarazioni seguendo il mood del “tuttappostismo” per negare le evidenti lacune sanitarie nella Regione che amministrano attivamente dal 2013 (prima Roberto Maroni, poi Attilio Fontana), per non parlare del precedente con Roberto Formigoni (quindi del centrodestra). Eppure si parla di vergogna per dei cappellini arcobaleno. Evidentemente queste sono le priorità del partito di Matteo Salvini.