FAQ

I sondaggi sulle Sardine

neXt quotidiano|

sardine mattia santori

Il Fatto Quotidiano oggi ospita un articolo di Sandra Cuocolo, responsabile Team Analisi Politiche dell’Istituto Noto Sondaggi, che spiega come le Sardine siano un fenomeno ad alta velocità di propagazione: un sondaggio dell’11 dicembre mostra che oggi un partito delle sardine, qualora si presentasse alle elezioni, potrebbe contare su un 11% di consensi e la forza di attrazione che esercita è ben più alta se è vero che un 20% di italiani potrebbe prendere in considerazione l’idea di votarlo. Coloro che si dicono interessati a un partito delle sardine nell’assoluta maggioranza dei casi in passato avevano votato per il Pd (42%) o il M5S (22%) e solo nel 15% dei casi questo interesse proviene dai così detti non schierati.

L’identikit della sardina quindi è sovrapponibile a quello dell’elettore medio di area progressista e i valori in cui le sardine si riconoscono sono di sinistra o centrosinistra. (…). Il popolo viola o i girotondini sono stati evocati come gli antesignani più prossimi, ma forse la maggiore somiglianza è con i cortei per il 25 aprile, dove ogni anno non solo si manifesta per ricordare e onorare la memoria, ma dove il motivo della partecipazione viene declinato al presente e i valori dell’antifascismo e della resistenza sono vivificati e attualizzati dandogli ogni anno un significato attuale e concreto.

sardine sondaggio izi
Sardine, il sondaggio IZI per il Messaggero (10 dicembre 2019)

L’attacco a Salvini da parte delle sardine però, a ben guardare, non entra nel merito: non sono i contenuti politici di destra o centro destra che esprime a essere contestati – Berlusconi o Meloni infatti non sono mai presi di mira – quanto piuttosto la forma che dà alla comunicazione del suo “discorso politico”.

Leggi anche: Le Sardine a Roma e Com’è profondo il mare a Piazza San Giovanni