Q&A

L’hacker che ha rubato due milioni di euro alla Lazio

claudio lotito ss lazio

Il Tempo racconta oggi in un articolo a firma di Andrea Ossimo di un’incredibile truffa subita dalla Società Sportiva Lazio: nel 2014 un hacker ha dirottato il pagamento dell’ultima rata per l’acquisto del difensore Stefan De Vrij alla società Feyenoord nelle proprie tasche, realizzando un “colpo” da due milioni di euro. A ricostruire la vicenda è un fascicolo aperto sulla scrivania del sostituto procuratore Edmundo De Gregorio. Per concludere l’indagine si attende solo il responso di una rogatoria che dal Belpaese arriva fino in Olanda.

La Lazio infatti avrebbe versato l’ultima rata, due milioni di euro. Ma nelle casse della società di Rotterdam il denaro non sarebbe mai arrivato. Perché nella fase finale della transazione, gli hackers si sarebbero inseriti nella corrispondenza tra i biancocelesti e il Feyenoord. Così avrebbero inviato una mail alla società Lazio nella quale veniva indicato di mandare la somma ad una banca. Si trattava dello stesso istituto di credito già utilizzato in precedenza, ma l’Iban era diverso: faceva riferimento a un conto corrente creato non molto tempo prima.

hacker ruba due milioni lazio

Una truffa ben ideata, visto che la mail riproduceva anche il logo del Feyenoord. Inoltre i responsabili erano necessariamente a conoscenza dei particolari della trattativa, sapevano quando la Lazio avrebbe dovuto versare i soldi e anche l’importo esatto. Per questo si sospetta che vi sia una talpa, probabilmente nel club olandese. Infatti gli inquirenti, una volta iniziata la caccia ai responsabili, hanno deciso di seguire il denaro. Sono stati i soldi a portare la procura di Roma a bussare alla porta di una banca olandese, scovando il conto corrente utilizzato per frodare la società.

La procura sta aspettando le risultanze delle indagini della polizia postale sulla mail utilizzata per segnalare il cambio di Iban. Da lì si potrebbe capire chi si è mosso per mettere in atto una truffa e quindi se tutto parte dall’Olanda o dall’Italia. Intanto c’è un indagato nella vicenda giudiziaria che vede la Società Sportiva Lazio parte lesa in una truffa legata alle operazione di pagamento del difensore biancoceleste Stefan de Vrij. Sarebbe un cittadino spagnolo che avrebbe prelevato due milioni da un conto corrente olandese per smistarli in diverse banche in Europa. I pm di Roma sono in attesa di una risposta alla rogatoria inviata in Olanda mesi fa.

Leggi anche: Il Terzo Uomo tra Di Maio e Salvini