Opinioni

Giovanni Bulla: il deputato che mostra alle telecamere il voto in Assemblea Regionale Siciliana

GIOVANNI BULLA

Bagarre in aula, all’Assemblea regionale siciliana, durante il voto per eleggere il nuovo Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, perché uno dei deputati, l’Udc Giovanni Bulla, dopo avere votato ha mostrato il suo voto a favore delle telecamere. Qualcuno sostiene che lo abbia mostrato a Girolamo Turano. A quel punto il deputato forzista Giuseppe Milazzo ha iniziato a gridare chiedendo di annullare immediatamente il voto. E il Presidente di turno, Alfio Papale, ha annunciato l’annullamento del voto. Ma gli animi non si sono calmati. E a quel punto Papale è stato costretto sospendere l’aula.
GIOVANNI BULLA
Ieri le prime due votazioni sono andate perdute. Il centrodestra punta su Gianfranco Miccichè, il M5S avrebbe deciso di votare per la deputata dell’Udc Margherita La Rocca Ruvolo, mentre il PD dovrebbe fare convergere i propri voti su Nello Di Pasquale, deputato dem. Fondamentali saranno le scelte dei due parlamentari di ‘Sicilia Futura’, movimento del centrosinistra. Per eleggere il presidente, in questa terza votazione, occorre la maggioranza assoluta dei presenti in aula. Sulla carta la maggioranza conta su 36 voti.

Se anche la terza votazione dovesse andare a vuoto si andrà al ballottaggio tra i due più votati. Alfio Papale (Fi), presidente di turno perché più anziano, ha letto in aula l’articolo 133 del regolamento parlamentare secondo cui quando si verifichino irregolarità il presidente può annullare la votazione e disporre che si ripeta. In aula le proteste del Pd non si sono placate. Papale ha sospeso la seduta per consentire la ristampa delle schede.