La macchina del funky

Giancarlo Cancelleri propone il modello De Luca per la Sicilia

firme false giancarlo cancelleri

Luca De Carolis sul Fatto Quotidiano oggi intervista il candidato M5S alla presidenza della Regione Sicilia Giancarlo Cancelleri e fa sapere che anche lui propone il modello De Luca per l’abusivismo:

Strizzate l’occhio ai tanti con case abusive, lo ammetta.
Assolutamente no. Se vinceremo le Regionali di novembre, scoraggeremo in tutti i modi l’abusivismo. Ma gli amministratori si sono ritrovati con un enorme pregresso di occupanti abusivi. E di questo sono costretti a tenere conto, con regolamenti dove cercano di non penalizzare i più poveri, che in molti casi scontano colpe della politica.
Quindi liberi tutti?
No. Va distinto caso per caso. Se hai una villa abusiva di lusso, o se la casa è costruita in zone con vincoli particolari, va demolita. Ma per esempio un poveraccio o una famiglia con pochi mezzi e senza colpe non possono essere buttati per strada. Piuttosto, il Comune potrebbe acquisire quell’immobile e poi affittarglielo.

giancarlo cancelleri

È l’impostazione del regolamento approvato a Bagheria (Palermo) dalla Giunta a 5Stelle. Ma non c’è differenza con la legge voluta da De Luca in Campania “sull’a b usivismo di necessità”.
La differenza è che noi siamo contro i condoni e le sanatorie volute dai partiti. Vogliamo varare un grande piano per la costruzione di alloggi popolari, dove trasferire man mano i residenti in case abusive, che andranno eliminate.
Il regolamento di Bagheria consente di rimanere anche in case in zone di inedificabilità assoluta.E avolerlo è stato un sindaco, Patrizio Cinque, che abita in una abitazione abusiva.
Quel regolamento va bene per Bagheria, perché risponde alle necessità di quella terra. E quella casa nonè di Cinque, ma dei suoi genitori. Per di più, fu oggetto di sanatoria.