Opinioni

La caccia ai gel disinfettanti per il Coronavirus a Roma

Il Corriere della Sera Roma fa sapere oggi che è scattata la caccia ai gel disinfettanti per difendersi dal Coronavirus SARS-CoV-2 e dal COVID 19.  I flaconcini (quasi introvabili) sono ancora in vendita sul web ma costano fino a 25 euro l’uno. Le mascherine sono invece esaurite da settimane. C’è anche un’offerta «speciale» di vendita per pacchetti da 4 pezzi a 95 euro e se l’acquisto è di 6 flaconcini il prezzo diminuisce ancora e diventa di 130 euro.

«No mask, mascherine finite» la scritta all’entrata delle farmacie del centro storico da almeno due settimane. «Non riusciamo neanche a ordinarle perché i fornitori hanno i depositi vuoti —chiarisce il dottor Antonio della farmacia Reale in via del Gambero. — Le ultime le abbiamo vendute da tempo ormai e ci dicono che non saranno disponibili perché stanno dando priorità ai rifornimenti in Cina». La produzione maggiore inoltre è a Wuhan dove si è scatenata l’epidemia circa due mesi fa. «Sono decine i turisti lombardi veneti e friulani che oggi sono entrati a chiedere le mascherine e in alternativa hanno acquistato il gel» riferisce un altro farmacista.

mascherina coronavirus wuhan

C’è un dettaglio che andrebbe però considerato: in realtà la mascherina non serve per fermare il contagio. L’impiego non professionale della mascherina non rientra tra le raccomandazioni dell’Oms e del ministero della Salute italiano che ha pubblicato le regole per la migliore protezione dai virus respiratori sul sito www.ministerosalute.it e risponde ai cittadini che chiamano il numero verde 1500.

Sul bancone della storica farmacia di via del Gambero ci sono decine di flaconi di amuchina gel da 80 milligrammi. «In 24 ore ne abbiamo venduti quasi cento, la partita arrivata ieri mattina finirà sicuramente tra poche ore» continua il dottore che spiega anche come la vendita dei prodotti cosmetici che riguardava al 20% turisti cinesi ha avuto una flessione notevole. «Sono pochissimi ormai i viaggiatori che vengono dalla Cina, clienti per noi ridotti al 4%. E in futuro temiamo ripercussioni anche per i prodotti farmaceutici perché molte materie prime vengono dal paese asiatico».

Altre precauzioni sono invece considerate prioritarie e fra queste la corretta pulizia delle mani. Dice il ministero che vanno lavate spesso con acqua calda insaponandole con i prodotti comuni per almeno 20 secondi da ambedue le parti. E aggiunge che in alternativa vanno bene i liquidi disinfettanti venduti in flaconi. Insomma, i gel disinfettanti vanno bene se proprio non riuscite a trovare il sapone. Che ancora non è oggetto di speculazione sul prezzo.

Leggi anche: Coronavirus: le misure d’emergenza previste dal decreto legge