Cultura e scienze

Chi finanzia il PD: la cena di Roma (senza Totti)

Il Corriere della Sera ci racconta della cena di finanziamento a Roma per il Partito Democratico andata in scena ieri, dopo quella di Milano. Nell’articolo si elencano i presenti, che sono sono un migliaio, 200 in più di quelli del The Mall di Porta Nuova. Stavolta il teatro della cena è il Salone delle Fontane all’Eur.

Nella platea ci sono molti ministri, Maria Elena Boschi e Marianna Madia in testa. Non mancano il sindaco Ignazio Marino e il presidente del Lazio Nicola Zingaretti. E ancora, l’imprenditore Chicco Testa, i costruttori fratelli Toti, Marco Mezzaroma, il regista Fausto Brizzi con la moglie, le attrici Claudia Zanella e Claudia Gerini. C’è anche il presidente dell’Accademia italiana del Peperoncino, Enzo Monaco, che distribuisce il prezioso alimento, di cui ha portato quattro casse.

Il salone delle fontane all'Eur, teatro della cena del PD a Roma (Corriere della Sera, 8 novembre 2014)
Il salone delle fontane all’Eur, teatro della cena del PD a Roma (Corriere della Sera, 8 novembre 2014)

Lo storico annota che il menù consisteva in «canapè con gamberi e zucchine a scapece, vol au vent con grana, bufala e pachino, sformatini di parmigiana, raviolo di cacio e pepe, filettino di manzo con spinaci alle mandorle e carotine saltate», e che è stato attivato un POS in loco per i versamenti dell’ultima ora. Poi si racconta della presenza più curiosa, quella dei vertici della Roma Calcio. Ma nella storia c’è qualcosa che non torna.

Tra i partecipanti c’era tutto il gotha della Roma Calcio: il presidente James J. Pallotta, il nuovo ad Italo Zanzi, il direttore generale Mauro Baldissoni.Ma anche il costruttore Luca Parnasi, che ha firmato con la società un accordo per il nuovo stadio di Tor di Valle. Il più atteso, Francesco Totti, alla fine ha preferito festeggiare il compleanno del figlio e ha rinunciato in extremis.

Ora, di certo rinunciare per un genetliaco è cosa nobile, quindi i buoni motivi non si mettono in discussione. Il calendario però sì: la cena c’è stata ieri, 7 novembre. Christian Totti è nato il 5 novembre del 2005. Il 6, scrive Asroma24, si è svolto un Laser Game a Trigoria di cui ha dato notizia la Gazzetta dello Sport:
totti renzi
Quindi le cose sono due: o Totti non c’era per altri motivi, oppure qualcuno ha detto una bugia. Forse diplomatica. Intanto la Gazzetta ci racconta cosa si sono detti Pallotta e Renzi: «Saluti, parole, l’occasione giusta per parlare del futuro stadio, tema che il presidente della Roma (di fede repubblicana) riprenderà oggi con il sindaco Ignazio Marino, nell’incontro di questa mattina in Campidoglio».