Fatti

La risposta di Fedez alla commissione di vigilanza Rai: le emoticon di tre pagliacci

Tra Fedez e la commissione di vigilanza Rai non corre buon sangue; alla richiesta di una memoria su cosa è successo prima del concertone del primo maggio il rapper ha mandato una mail: che conteneva solo tre emoticon a forma di pagliaccio

fedez tre pagliacci

Tra Fedez e la commissione di vigilanza Rai non corre buon sangue; alla richiesta di una memoria su cosa è successo prima del concertone del primo maggio il rapper ha mandato una mail: che conteneva solo tre emoticon a forma di pagliaccio

La risposta di Fedez alla commissione di vigilanza Rai: le emoticon di tre pagliacci

Una risposta tanto chiara quanto polemica e che fa ben capire il clima teso dopo che ieri la commissione parlamentare di Vigilanza Rai non ha votato sulla richiesta di audizione formulata da Fedez, ma ha deciso, accogliendo all’unanimità la valutazione del presidente Barachini, di non audire il rapper poiché si tratta di un’audizione impropria e inopportuna. Impropria per il ruolo della Commissione ed anche alla luce del fatto che non vi sono precedenti. Inopportuna per le azioni legali in corso, intraprese da Rai e annunciate da Fedez sui social. La Commissione poi, accogliendo le istanze di chi chiedeva comunque di poter avere la versione di Fedez, ha deciso di inviare al rapper una nuova richiesta di una sua memoria sui fatti del Concertone. Fedez aveva espresso il suo dissenso per la decisione sui social, prima citando le parole di chi in commissione (il leghista Capitanio) si era reso disponibile ad audirlo:

E poi commentando in modo ironico:

Così, con una mail con le tre emoticon a forma di pagliaccio, Fedez ha voluto inviare questa mattina al presidente della Commissione di Vigilanza Rai una risposta chiara di cosa pensa della richiesta della bicamerale di inviare una sua memoria sui fatti accaduti prima dell’intervento del rapper sul palco del Concertone. Una mail di cui il presidente della Vigilanza Rai, Alberto Barachini, ha informato i commissari oggi durante le audizioni in corso sul ruolo e la funzione della Rai in relazione ai cambiamenti del mercato audiovisivo, commentandola così: “La Commissione parlamentare di Vigilanza ha rispettato Fedez, mentre lui non rispetta istituzioni. Sono amareggiato”.