Opinioni

Federica Angeli e l'incendio dell'auto dell'avvocato

Nella notte tra domenica e lunedì, scrive oggi Repubblica, nel centro di Gaeta sono state incendiate alcune auto, tra cui anche quella dell’avvocato che difende i giornalisti di Repubblica e dell’Espresso, il penalista romano Paolo Mazzà.

L’unica cosa che ha portato all’attenzione degli investigatori e che potrebbe, forse, giustificare un atto simile nei suoi confronti, è il suo lavoro. «Non ho potuto escludere che questo episodio possa avere qualche attinenza con la mia professione», ha spiegato Mazzà agli agenti del locale commissariato. E dunque potrebbe avere a che fare con le difese dei giornalisti di Repubblica e dell’Espresso, di cui diversi sotto scorta per minacce, «tra cui la cronista romana Federica Angeli».
Due giorni prima, infatti, come segnalato nella sua denuncia, l’avvocato aveva accompagnato la nostra collega Federica Angeli, da anni sotto scorta perché testimone oculare di un agguato tra clan rivali sul litorale, a un interrogatorio. Il legale aveva viaggiato con lei sull’auto blindata fino a Ostia e poi, da lì, era partito per passare il ponte del 25 aprile a Gaeta. E due giorni dopo, nel cuore della notte, la sua macchina e altre tre sono state date alle fiamme.

federica angeli
Ieri ad Angeli è arrivata la solidarietà dell’Ordine dei giornalisti che ha parlato di «nuove, reiterate e preoccupanti intimidazioni» e quella della Federazione nazionale della stampa.