Opinioni

Domenico De Masi: il sociologo del lavoro gratis e il compenso da 183mila euro dal M5S

Domenico De Masi contribuisce a far sballare i conti del MoVimento 5 Stelle. Il gruppo del MoVimento 5 Stelle alla Camera ha chiuso l’esercizio 2017 con i conti in rosso: i proventi arrivati nelle casse del Gruppo ammontano a 3 milioni 702mila euro (costituiti dal contributo unico erogato da Montecitorio), gli oneri toccano quota 4 milioni 413mila 429 euro. E questo anche a causa delle spese per le ricerche commissionate al sociologo alfiere del lavoro gratuito, spiega la relazione di Laura Castelli, responsabile dei conti:

Tra le spese per i servizi più significative “assumono particolare rilievo i costi sostenuti per due distinte attività di studio e ricerca commissionate al Prof. Domenico De Masi”, il quale “si è avvalso di appositi team di ricercatori al fine di sviluppare specifici studi sull’evoluzione del settore turismo e del settore cultura nei prossimi anni e sino al 2030”.

I risultati della ricerca sul turismo “sono stati presentati ed illustrati in occasione del convegno ‘Turismo 2030′” organizzato a Milano lo scorso 20 dicembre, mentre i risultati della ricerca sulla cultura “avrebbero dovuto essere presentati ed illustrati in occasione di un convegno organizzato per il mese di febbraio 2018, successivamente rimandato a causa delle imminenti elezioni politiche”, viene sottolineato nella relazione della Castelli. Ma quanto hanno speso i 5 Stelle per le ricerche di De Masi? Per avere un’idea della cifra basta spulciare la nota integrativa al rendiconto, che l’AdnKronos ha potuto visionare.

domenico de masi m5s compenso lavorto 2025 - 2

Alla voce “spese per studio e ricerca” corrisponde la cifra di 183mila 643 euro riguardante, “in modo particolare, due distinte ricerche-studio rispettivamente sull’evoluzione del turismo e della cultura nel prossimo futuro” commissionate a De Masi e alla sua squadra di ricercatori. La voce comprende anche “altre attività di approfondimento commissionate attraverso due distinti sondaggi ad Ipsos su tematiche ed iniziative legislativo-parlamentari”.

De Masi aveva contribuito anche al bilancio 2016 per la ricerca Lavoro 2025: il compenso incassato da De Masi è illustrato nel dettaglio nel rendiconto di esercizio del gruppo dei deputati del MoVimento 5 Stelle. La ricerca è costata complessivamente 52.655 euro. Subito dopo è uscito il libro di De Masi.

Leggi sull’argomento: Il senso di Domenico De Masi per il lavorare gratis