Politica

La gaffe di Di Maio sui musei di Taranto

Luigi Di Maio ieri ha partecipato a Carta Bianca, talk show politico di Raitre, e ai microfoni di Bianca Berlinguer ha parlato dell’ILVA e di quello che avrebbe fatto con il MoVimento 5 Stelle se non fosse stato firmato il contratto con Arcelor-Mittal: “Avremmo fatto una nuova gara con lo spegnimento delle aree inquinanti, la loro riconversione e si investivano soldi in un’università a Taranto, nel turismo a Taranto: quella è l’area che ha i maggiori reperti archeologici della Magna Grecia e non ha dei musei degni di quell’area…”.

di maio musei taranto 1

Parole che evidentemente non sono piaciute a Eva degl’Innocenti, direttrice del MArTA, ovvero il museo archeologico di Taranto inaugurato nel 1887 e che nel 2016, in occasione dell’inaugurazione del suo secondo piano, è stato visitato da 85mila persone.  Su Twitter e su Facebook la direzione del MArTA ha invitato Di Maio a visitare il museo: “Egregio Ministro Luigi Di Maio @luigidimaio #luigidimaio come Direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Taranto sarei molto onorata di poterLa accogliere nel museo archeologico più importante della Magna Grecia che ha sede proprio a #Taranto uno dei musei archeologici più importanti al mondo @RaiTre #cartabianca”. Di Maio non sembra essersi ancora accorto di nulla e quindi non ha potuto rispondere alla direttrice, ma di sicuro troverà il tempo di visitare il MArTA non appena avrà trovato anche il modo di dare la colpa ai giornali anche per questa gaffe. E per fortuna che al MArTA c’è chi la prende a ridere:

museo marta

Leggi sull’argomento: Di Maio e la logica sbagliata delle chiusure domenicali