Attualità

La brillante strategia dei free-vax per metterlo in quel posto ai medici vaccinisti

corvelva free vax decreto vaccini obbligatori - 7

I genitori anti/free/no-vax stanno studiando il DL Lorenzin sui vaccini obbligatori per organizzare la battaglia che si combatterà a settembre. Quelle cui stiamo assistendo in questi giorni, le proteste, le fiaccolate, le marce, sono solo le prove generali. La vera guerra sarà quella che inizierà alla ripresa dell’anno scolastico dopo l’eventuale conversione in legge del Decreto Lorenzin.

Fase uno: la campagna per la “controinformazione” sui vaccini

Il Coordinamento Regionale Veneto per la Libertà delle Vaccinazioni (CORVELVA) è un’associazione presieduta da Ferdinando Donolato, naturopata e speaker di Radio Gamma 5. L’emittente che qualche tempo fa ha ospitato la proiezione del documentario Vaxxed “sfrattato” dalla sala del Comune di Padova qualche tempo fa.

corvelva free vax decreto vaccini obbligatori - 6
Poteva mancare il riferimento alla classifica della libertà di stampa, ovviamente fraintendendone il senso? Ovviamente no. Via Facebook.com

In attesa di sapere i contenuti della legge CORVELVA ha iniziato una raccolta fondi per comprare una pagina del Gazzettino (o di un quotidiano) e dare così spazio alle “opinioni” dei medici che sono contro il DL Lorenzin e a favore della libertà di scelta vaccinale. In sei giorni sono già stati raccolti oltre tremila euro.
corvelva free vax decreto vaccini obbligatori - 2
Sapendo che CORVELVA è una delle associazioni che si sono schierate a difesa di Roberto Gava (il medico antivaccinista che ha negato di aver mai detto nulla contro i vaccini) dopo la radiazione possiamo ben immaginare il livello scientifico dell’inserzione pubblicitaria. In fondo a fine maggio Donolato ci raccontava di madri che hanno abortito dopo l’approvazione del decreto pur di non dover essere costrette a vaccinare il proprio figlio.
corvelva free vax decreto vaccini obbligatori - 3
Il giorno successivo durante un’intervista alla Zanzara di Radio 24 Donolato ha ribadito il concetto spiegando che l’aumento del 40% degli alunni disabili è dovuto alle vaccinazioni. Due anni fa Corvelva invitava invece a boicottare la Coop e la compagnia di assicurazioni Unipol/Sai.

La fase due: temporeggiare

Di pari passo alla volontà di informare quanti più genitori possibile Corvelva ha anche pubblicato e diffuso degli “iter procedurali” da seguire durante la convocazione per le vaccinazioni pediatriche. Il consiglio principale è quello di rimandare il più possibile la vaccinazione. Nella speranza che il decreto non venga convertito in legge e quindi di evitare di dover avere a che fare con medici e ASL. Probabilmente si tratta di una forma di resistenza passiva che mira ad intasare i centri vaccinali ai primi di settembre per rendere praticamente impossibile le vaccinazioni. Ma una volta alla ASL il genitore dovrà adoperarsi per registrare il colloquio con il medico e ottenere tutta la documentazione e gli studi scientifici sulle vaccinazioni.
corvelva free vax decreto vaccini obbligatori - 1
Sostanzialmente CORVELVA consiglia di seguire la procedura contenuta nell’inutile modulo di rischio da far firmare al pediatra o al medico. Con la differenza che questa volta si accontenta di ottenere quanta più documentazione possibile per prendere altro tempo. Insomma, la strategia è rimandare il più possibile. E naturalmente mai e poi mai i genitori dovranno firmare alcunché. Il Dottor. Stefano Montanari, già autore della ricerca sui pezzi di metalli pesanti contenuti nei vaccini va oltre e consiglia anche di “farsi consegnare la scatola del vaccino, del bugiardino e della fiala o siringa vuota alla quale si è rimesso il cappuccio all’ago“.
corvelva free vax decreto vaccini obbligatori - 3
Allo stesso tempo l’associazione chiede alla Federazione italiana scuole materne di conoscere la posizione delle scuole rispetto all’obbligo vaccinale minacciando “azioni di protesta di massa” nei confronti delle scuole (venete) che dovessero discriminare bambini innocenti a causa del loro essere non vaccinati. Sembra che la produzione di incartamenti sia una delle attività preferite dal fronte antivaccinista.
corvelva free vax decreto vaccini obbligatori - 4
Per il momento insomma i genitori no-vax, che per definizione sono i più informati sulla faccia della Terra, stanno solo “raccogliendo informazioni”. Per questo motivo il legale di Corvelva non accompagnerà i genitori al centro vaccinale. Anche perché – spiegano – sarebbe di per sé “un’ammissione di colpevolezza riguardo ad un’obiezione”. Ma i genitori non stanno obiettando le vaccinazioni (noooo) stanno raccogliendo “materiale che attesti che siete bravi genitori e che avete solo un sacco di leciti dubbi”.
corvelva free vax decreto vaccini obbligatori - 5
Insomma capito il trucchetto? I Genitori Preoccupati™ che sull’Internet sono più informati e competenti di virologi e immunologi dovranno recitare la parte dei “finti tonti” e chiedere ai medici di ottenere quelle informazioni che hanno già. Ma il loro intento non è essere informati (perché lo sono già) ma solo quello di far pensare agli operatori sanitari che questi genitori si stanno informando. Poi il fatto che questi genitori rifiuteranno le vaccinazioni sarà solo una coincidenza.
Foto copertina via Facebook.com